Misericordie mobilitate per difendere Pianosa

Campo nell’Elba. Anche le Misericordie vigileranno ad agosto sull’isola di Pianosa per proteggerla dal rischio incendi. Il servizio sarà svolto nell’ambito del Cvt (Coordinamento volontariato Toscana), in base alla richiesta della Regione di rafforzare i presidi ’anticendio boschivo nell’arcipelago.

Sull’isola, dal 10 al 31 agosto, sarà presente una squadra di volontari delle Misericordie (con un mezzo autopompa) operativa 24 ore su 24 e che riceverà il cambio dopo una settimana di servizio. I volontari alloggeranno in una struttura messa a disposizione dal Cnr, effettueranno ronde di controllo dalle 13 alle 20 e saranno comunque reperibili e pronti a intervenire in pochi minuti dalle 20 alle 13.


«Da tempo alcune Misericordie sono attive nell’antincendio boschivo – dice Dario Fanciullacci delle Misericordie toscane – ma ora come Federazione toscana cominciamo a svolgere questo servizio in modo più organico. Con 21 Misericordie già operative in varie zone della Toscana, a cui in futuro se ne aggiungeranno altre, ogni giorno riusciamo a garantire una pronta risposta su vari territori impegnando 60 automezzi e oltre 400 confratelli».

«Da sempre siamo a fianco dei toscani in tutti i loro bisogni e sempre più spesso anche difendere i boschi dal fuoco diventa una necessità delle nostre comunità – aggiunge Alberto Corsinovi, presidente delle Misericordie della Toscana –. Metteremo pin linea con le altre realtà del volontariato che portano avanti questo impegno, le nostre forze, fatte di oltre 300 associazioni, 400 sedi e migliaia di volontari». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA