Contenuto riservato agli abbonati

Vaccinati sei docenti su dieci al Foresi, la percentuale sale al comprensivo Pertini

Buona adesione tra i prof e anche tra il personale Ata, la percentuale scende al 50 per cento a Campo e Marciana

PORTOFERRAIO. Tra il 60 e l’80 per cento dei docenti e del personale non docente risulta vaccinato contro il Covid-19, per quello che riguarda il Foresi-Brignetti e il comprensivo Pertini. Si va solo intorno al 50 per cento nelle scuole dell’obbligo di Campo e del marcianese. Altri dati, al momento, non sono stati reperiti presso l’Itcg Cerboni e al comprensivo di Porto Azzurro. Resta aperto, quindi, l’interrogativo di quale sorte avrà la riapertura autunnale dei plessi isolani, sarà in presenza o di nuovo largo alla non gradita Dad (didattica a distanza), scelta proprio per evitare contagi? I rischi di contagio saliranno? Il personale dovrà essere obbligato alla vaccinazione? Il dirigente Fabio Chetoni dell’Asl elbana, intorno alla metà di questo mese, aveva ovviamente segnalato che il virus ha ripreso a circolare in Italia e che adesso sull’isola circolano oltre 150 mila perone rispetto ai 30 mila residenti della bassa stagione. Ma con una grande azione vaccinale isolana, gli indigeni hanno una crescente copertura che tra non molto arriverà al 70 per cento, almeno con la prima dose. Lo scopo di questa mini indagine era quello di cercare di capire come si presenterà la situazione nell’avvio del nuovo anno di studi 2021/2022, a settembre. Certo le percentuali di vaccinati nel frattempo potranno crescere, anche per effetto della spinta data dal green pass, anche tra i giovani. «Prime dosi un po’ in aumento rispetto alla scorsa settimana», ha infatti detto il Chetoni. Purtroppo la pandemia non è finita ed è in corso un’altra ondata di contagi, in costante salita quotidiana in tutto lo Stivale. Sull’isola una situazione al momento meno preoccupante.

Enzo Giorgio Fazio, preside dell’Isis Foresi-Brignetti e anche la preside del Comprensivo Pertini di Portoferraio, Daniela Pieruccini, hanno dato segnalazioni simili. Alle superiori il 60 per cento dei docenti si è vaccinato, il 70 tra il personale non docente. Al Pertini la percentuale sale in entrambe le categorie. «Siamo intorno all’80 per cento e l’adesione è stata immediata – dice la dirigente – con ciclo vaccinale completato tra aprile e maggio. A settembre valuteremo di nuovo la situazione con l’organico effettivo e altro personale. Comunque nelle nostre scuole i docenti e il personale Ata hanno sempre mostrato molta attenzione a questo aspetto rendendosi disponibili alla vaccinazione, che io ho agevolato». Davide Gambero, preside del comprensivo di Campo con circa 70 docenti e una ventina di non docenti dice che: «Siamo intorno al 50 per cento per i docenti e qualcosa di più per gli altri. È una scelta personale che in questo momento io devo rispettare. Difficile fare pressioni se la legge non obbliga il personale scolastico a vaccinarsi». –


© RIPRODUZIONE RISERVATA