Contenuto riservato agli abbonati

Ruba una sedia a rotelle. Rintracciato e denunciato

Una sedia a rotelle in una immagine di repertorio

Ai carabinieri l’uomo, un turista abituale di Reggio Emilia, ha detto di averla presa per aiutare una sua vicina. È stato accusato di furto

MARCIANA MARINA. Ai carabinieri ha raccontato che voleva aiutare una sua vicina che aveva problemi di mobilità, ma è stato comunque accusato di furto.

Un turista quarantaseienne di Reggio Emilia, abituale frequentatore di Marciana Marina, ha motivato così il furto di una sedia a rotelle presa da un androne di un palazzo del paese.


La sedia a rotelle è di proprietà di una signora di 93 anni che l’aveva lasciata nell’ingresso, come tutte le sere quando rientrava in casa.

Solo che la mattina dopo, al momento di uscire di casa, la signora non ha più trovato il mezzo che le permetteva di poter fare le sue cose in paese.

A quel punto il nipote si è recato dai carabinieri per denunciare la cosa (la signora senza sedia a rotelle non poteva muoversi di casa).

I carabinieri si sono recati nella zona dove è avvenuto il furto e hanno notato una telecamera di sorveglianza, una del sistema che l’amministrazione comunale ha posto in paese. Da quella hanno notato un uomo che stava sul marciapiede, sembrava prendere tempo e poi entrava nel palazzo e prendeva la carrozzina.

Gli uomini dell’Arma lo hanno riconosciuto immediatamente perché caso ha voluto che proprio il signore ripreso dalla telecamera il giorno prima fosse tra quelli che erano stati fermati per i controlli di routine delle pattuglie.

Ai carabinieri l’uomo, che aveva la sedia rotelle nel suo appartamento, ha motivato il suo gesto con la volontà di fare un’opera di bene per una signora che abita vicino alla casa che ogni anno occupa per le sue vacanze elbane.

La donna infatti ha mobilità ridotta e il romagnolo aveva deciso di dotarla in questo modo di una sedia a rotelle.

L’uomo è stato denunciato per furto in abitazione, e la sedia a rotelle è stata restituita alla legittima proprietaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA