Contenuto riservato agli abbonati

Sassetta, il paese no-vax. Il sindaco annulla gli eventi: «I vaccinati sono troppo pochi»

Il 77 per cento dei residenti è ancora privo di protezione. «Spero che nella popolazione cresca il senso civico»

SASSETTA. Pochi vaccinati. A Sassetta, località collinare in provincia di Livorno, salta l’evento previsto per il 3 agosto. Il sindaco, Alessandro Scalzini, si dice costretto ad assumere una decisione che commenta con amarezza.

L’evento annullato è “Un calice e un violino”. Un appuntamento enogastronomico annuale con i prodotti tipici di Sassetta e del territorio circostante. «Lo abbiamo cancellato dall’agenda – spiega il sindaco – a causa della bassa percentuale di vaccinati tra i residenti. I dati aggiornati ad oggi – prosegue Scalzini, di professione medico – mostrano che solo il 38% ha ricevuto la prima dose e soltanto il 23% la seconda».


Lo stop tiene conto dei dati sulla vaccinazione nella cittadina, dell’incremento generale dei contagi e della notevole affluenza di persone che Un calice e un violino è in grado di attrarre normalmente. Contemporaneamente pesano gli spazi disponibili e le modalità di svolgimento. Mantenere il distanziamento sarebbe difficile.

Per questo, seppure con rammarico, la giunta si è vista costretta a cancellare la manifestazione, «per tutelare la popolazione sassetana, il 77% della quale non risulta ancora vaccinato, comprese le fasce più vulnerabili».

Scalzini definisce difficile l’analisi di questa scarsa partecipazione alla campagna di prevenzione Covid.

«L’amministrazione comunale e la Società della Salute delle Valli Etrusche hanno messo a disposizione fin dai primi giorni di apertura delle liste vaccinali tutti i presidi possibili per facilitare l’accesso ai canali vaccinali e per ricevere informazioni», prosegue il sindaco.

«Auspichiamo – conclude l’amministratore – che la percentuale di vaccinati aumenti progressivamente, assieme al senso civico della popolazione locale, al fine di garantire una maggior tutela della comunità da parte di tutti».

Vengono comunque mantenuti tutti gli altri appuntamenti del programma estivo. Lo svolgimento permette un adeguato controllo e il distanziamento necessario. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA