Una nuova pompa per evitare che Pianosa rimanga a secco

Luigi Cignoni

PIANOSA. Sarà la ditta “Idro Sanitari” di Schiopparello a fornire e quindi anche a installare una pompa verticale nel centro di pressurizzazione del pozzo sull’Isola di Pianosa. Lo ha deciso la responsabile dell’area tecnica dei Lavori pubblici e ambiente del Comune, Priscella Braccesi, con una determinata specifica con la quale ha impegnato la cifra di quattro mila e 47 euro (Iva compresa) da elargire all’impresa di Portoferraio. La decisione di provvedere alla sostituzione della pompa presente nel centro di pressurizzazione di Pianosa si era resa i dispensabile «al fine – come si legge nell’atto amministrativo – di garantire la giusta erogazione di acqua sull’Isola».


Poco più grande di 10 chilometri quadrati e praticamente piatta, con un’altezza massima sul livello del mare di appena 29 metri, l’ex “Isola del diavolo”, Pianosa, è una delle isole più caratteristiche dell’arcipelago toscano. Nel suo sottosuolo ospita un’importante riserva idrica. Ma purtroppo oggi è a rischio. Proprio per monitorare costantemente tale preziosa risorsa, in sinergia con il parco nazionale, un team di geologi guidati da Roberto Giannecchini del dipartimento di Scienze della terra dell’Università di Pisa e da Marco Doveri dell’istituto di Geoscienze e georisorse del Cnr dal 2016 ha avviato una rete di monitoraggio attraverso misurazioni annuali.

Da sempre la falda acquifera di Pianosa ha dissetato gli abitanti dell’isola, anche quando alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso il penitenziario raggiunse il suo massimo di presenza antropica. Ma poi, il sovra sfruttamento legato alle attività agro-zootecniche e le mutate abitudini degli uomini hanno messo a rischio la risorsa idrica sia in termini di volume, sia per l’ingresso di acqua di mare e di contaminanti nella falda.

È per questo che della trentina di pozzi esistenti, oggi ne rimane uno solo. Ed essendo rimasto solo, ha concentrato su di sé l’attenzione e la cura dell’amministrazione comunale di Campo che ora ha deciso di intervenire. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA