Via le panchine dalla piazza sul mare E allora gli abitanti si portano le sedie

I pensionati non mollano e pur si stare nei pressi del mare si sono organizzati da soli Ma Corsini stempera i toni «Il problema sarà risolto»

RIO MARINA. I pensionati non mollano. Si portano da casa le sedie, pur di stare nei pressi del mare, davanti all’ufficio locale marittimo di Rio Marina dove erano abituati per anni a stazionare e parlare dei loro trascorsi di ex lavoratori del mare.

«Difficile per loro – ci dice un residente che si schiera a difesa di queste persone – tagliere il cordone che li lega a questo posto, luogo assai fresco e riparato dal sole nei pomeriggi di calura estiva».


L’amministrazione comunale ha fatto sentire la propria voce durante i lavori dell’ultima sessione del consiglio per bocca del sindaco Marco Corsini. «Ci adopereremo – ha detto il primo cittadino – per giungere a una ragionevole soluzione del problema. Ma sia ben chiara fin dall’inizio una cosa: l’amministrazione non c’entra un bel nulla in questa vicenda. Anzi – arriva a dire Corsini – non ne sapeva un bel niente. Ha appreso dai social la vicenda» e invita a non farne una ragione di vita o di morte, né di uno scontro politico. E fa un appello al buon senso. Recentemente era intervenuto nella questione il Pd di Rio Marina e Cavo. Che aveva chiesto, «senza se, senza ma che le panchine debbano essere rimesse al loro posto quanto prima».

«Mi pare che se ne faccia un’esagerazione – ha continuato sempre Corsini – Sono io il primo a dire che la questione vada risolta, ma in un rapporto di correttezza istituzionale, di cortesia fra due enti pubblici».

Poi, riferendosi agli attacchi sulle varie piattaforme internet, il primo cittadino ha così continuato: «Non si può gettare la croce sulla Capitaneria di porto. Il servizio di controllo e vigilanza dei nostri porti, degli approdi e delle spiagge è stato ed è molto efficiente. Per questo siamo molto grati. Fare un attacco per due panchine (ne abbiamo installate in tutto il territorio una sessantina), dimenticandosi quanto quotidianamente viene svolto dagli uomini della Capitaneria, lo trovo molto ingeneroso». Perché la Capitaneria di porto le ha tolte? «Perché esse – ha detto Corsini – davanti a un edificio a vocazione militare erano divenute oggetto di occupazione e bivacco, non comunque consone alla sicurezza del sito della Marina.Questa è una valutazione dell’autorità militare che noi – ha concluso – recepiamo e rispettiamo». —

Luigi Cignoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA