Biglietti low cost, ma orari da rivedere. Vantaggi e svantaggi dell’Elba “in treno”

Partenze, arrivi, tempi e costi: abbiamo simulato un viaggio con “Elba link”, il ticket unico di Trenitalia, Toremar e Moby

PORTOFERRAIO. Sei soluzioni all’andata, sette il sabato e la domenica. Quattro orari di partenza al ritorno, sei nel week end, che coincidono però con otto diverse soluzioni a seconda che si opti per uno o due cambi. Prezzi da 21 a 36 euro. Tempi di percorrenza intorno alle 3 ore e 30 minuti (il minimo 2,53, il massimo 4,20). Ecco in pillole “Elba link”, il servizio treno più nave messo a punto da Trenitalia, Toremar e Moby. Abbiamo provato a simulare sul sito delle Ferrovie un viaggio da Pisa e Livorno (tutte le soluzioni prevedono entrambe le fermate) scoprendo quanto possa essere conveniente, soprattutto dal punto di vista economico, acquistare un biglietto unico per la tratta marittima e ferroviaria, ma anche come le soluzioni a disposizione di elbani e turisti non coprano tutta la giornata e siano carenti in una fascia oraria chiave: quella della mattina.

IL VIAGGIO DI ANDATA


Andiamo a capire, orari alla mano, il perché. Dal lunedì al venerdì le soluzioni per raggiungere Portoferraio sono sei. La prima è alle 6,37 da Pisa (Livorno 6,53) con scalo a Piombino Marittima alle 8,07 e da qui il traghetto con arrivo alle 9,20. La seconda parte alle 12,11 (12,28), arriva in porto alle 14,05 e si sbarca sull’isola alle 15,30. Identica soluzione quella delle 14,12 (14,29) con cambio alle 16 e arrivo in calata Italia alle 18. Le soluzioni successive prevedono invece un cambio in più. Partenza da Pisa alle 15,09, 16,32 e 17,07 o Livorno 15,25, 16,50 e 17,22. Cambio a Campiglia Marittima (16,45, 17,36 e 18,04,) per raggiungere Piombino Marittima e quindi l’isola alle 19, 19,40 e 19,45. Il sabato e si può partire dalla città della Torre anche alle 8,37 (Livorno 8,53) e sbarcare alle 15,30). Stessa soluzione in più anche la domenica, quando però non è a disposizione la partenza delle 12,11 (12,28), ma c’è la possibilità di prendere il treno alle 14,50 (15,04) e sbarcare, dopo il cambio a Campiglia marittima alle 18,30.

QUELLO DI RITORNO

Il primo Elba Link per andare in continente parte con il traghetto delle 5 del mattino. Una volta arrivati a Piombino marittima si può decidere di prendere subito un regionale per Campiglia e qui proseguire per Livorno, con arrivo 7,55, e Pisa (8,11). Chi non vuole effettuare il cambio dovrà attendere fino alle 6,32 per il treno diretto con arrivi a Livorno 8,31 e Pisa 8,50. La scelta se fare uno o due cambi si pone anche imbarcandosi da Portoferraio alle 14 per arrivare nella città della Torre alle 16,53 (Livorno 16,40) cambiando a Campiglia Marittima, oppure alle 17,29 (17,12) con un solo cambio. Il fatto che con un “diretto” si arrivi più tardi è dovuto al fatto che a Campiglia si sale su un Frecciabianca. Il treno veloce consente di arrivare a Pisa alle 19,53 e Livorno alle 19,40 anche imbarcandosi da Portoferraio alle 17. Nello stesso orario ci sono altre due opportunità. La prima prevede un arrivo alle 20,15 (19,56) salendo a Campiglia su un altro regionale. Con la seconda non si fanno cambi ferroviari e si arriva alle (20,12). Oltre a queste “soluzioni multiple” c’è un’ulteriore possibilità con imbarco alle 8 del mattino e arrivo a Pisa alle 11,27 (Livorno 11,10) direttamente da Piombino marittima. Una soluzione prevista anche per il sabato e la domenica, giornate in cui è possibile imbarcarsi anche alle 10 e alle 13,10 per arrivare rispettivamente alle 13,29 (13,12) e, con cambio a Campiglia, alle 17,29 (17,12), nonché un imbarco alle 18 con arrivo alle 20,53 (20,38) da Piombino Marittima.

ORARI DA RIVEDERE

Insomma, le soluzioni sono diverse e la scelta è discreta tuttavia sia per chi andare in continente sia per arrivare nell’isola c’è una costante: la mancanza di opportunità la mattina, in particolare nei giorni feriali. O si fa una levataccia all’alba, oppure si è costretti a viaggiare all’ora di pranzo. Una situazione scomoda per gli elbani, ma di certo non invitante anche per i turisti. Soprattutto per quelli in arrivo nell’isola che, con orari diversi, potrebbero godersi un po’ di mare in più o, quantomeno, pranzare all’Elba e non a bordo del treno o in una stazione ferroviaria.

PREZZI CONVENIENTI

Un punto forte è, invece, il costo del viaggio. Considerando che il costo della traversata nei traghetti varia, in questo periodo, dai 18,65 ai 24,16 euro, aggiungere la tratta ferroviaria diventa molto conveniente. I biglietti “Elba link” come detto costano dai 21 ai 36 euro (il prezzo massimo potrebbe però essere superiore qualora si opti all’ultimo minuto per una soluzione con il Frecciabianca). In alcuni casi per viaggiare in treno vanno aggiunti pochi euro. In altri si va a spendere meno rispetto al solo biglietto marittimo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA