Trenitalia lancia Elba link ma nell’isola nessuno lo sa

Da giovedì sul sito delle Ferrovie sarà possibile acquistare in contemporanea il biglietto per treno e nave ma né gli elbani né i turisti ne sono a conoscenza

Giuseppe Boi

Portoferraio. La data è fissata per giovedì prossimo, il 24 giugno. Trenitalia, Toremar e Moby assicurano che sono pronti. Nell’isola, tuttavia, quasi nessuno è a conoscenza di “Elba link”, il nuovo servizio che consente di acquistare in contemporanea il biglietto del treno e della nave. Un progetto che rappresenta una delle maggiori novità del trasporto ferroviario estivo in Toscana, ma che non sembra sia stato ben coordinato e condiviso con gli elbani.


“Elba link” nasce dalla collaborazione tra Trenitalia (Gruppo Fs Italiane) e Toremar-Moby che, con l’entrata in vigore del nuovo orario ferroviario estivo per la Toscama (lo scorso 13 giugno), ha introdotto la possibilità di acquistare contestuale i biglietti del treno e della nave.

Da giovedì sul sito internet di Trenitalia sarà possibile prenotare e comprare in un’unica soluzione oltre al percorso ferroviario da qualsiasi stazione italiana fino a Piombino Marittima quello della nave o dell’aliscafo per l’isola.

Per consentire agli utenti di selezionare l’arrivo in una località dell’isola, Trenitalia ha individuato delle stazioni ferroviarie “virtuali” nell’isola: Elba Portoferraio, Elba Rio Marina o Elba Cavo. Si tratta dei porti in cui attraccano aliscafo e navi che le Ferrovie hanno “ribattezzato”. Una soluzione necessaria per permettere ai viaggiatori di acquistare in un’unica soluzione oltre al percorso ferroviario anche quello marittimo.

«È una soluzione veloce per risparmiare tempo e ridurre le operazioni per programmare le proprie vacanze – si legge nel comunicato stampa che annuncia l’avvio dell’inziativa –. I treni di Trenitalia raggiungono Piombino Marittima e Moby e Toremar garantiscono a turisti e residenti, un ponte virtuale fra la Toscana e i porti di Portoferraio, Rio Marina e Cavo. Con la formula “Parti prima” sarà inoltre possibile per coloro che acquistano i biglietti con Moby e Toremar poter anticipare la partenza, fatta salva la disponibilità di posti, rendendo il proprio viaggio ancora più comodo e flessibile».

«È una formula innovativa e pratica – commenta l’assessore ai trasporti della Toscana Stefano Baccelli – esempio di una collaborazione positiva e di una sinergia che garantisce maggiore agilità per chi viaggia. Una soluzione smart per partire con facilità e comodità in vacanza».

Parole entusiastiche che, però, non trovano riscontro nell’isola. «È comunque un miglioramento, un piccolo passo in avanti che in qualche modo facilita l’arrivo sull’Elba», commenta Massimo De Ferrari, presidente dell’Associazione albergatori isola d’Elba, che aggiunge: «Sapevo da tempo che ci sarebbe stato questo nuovo servizio, però ancora non è stata fatta molta pubblicità». Non si sbilancia nemmeno Niccolò Censi, coordinatore della Gestione associata del turismo (Gat): «È una cosa interessante. Un primo piccolo passo avanti». Più netti invece i commenti degli elbani in strada: «All’Elba non ci sono treni, non ne sappiamo niente». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA