Il cioccolato dell'Elba trionfa al Campionato del mondo

La cioccolatiera Paola Francesca Bertani

Le creazioni sono quelle della cioccolatiera Paola Francesca Bertani: "Ecco come valorizziamo la cultura del territorio"

ELBA. Il cioccolato dell’isola d’Elba grande trionfa al campionato del mondo. A portare il cioccolato elbano sul tetto del mondo Paola Francesca Bertani, cioccolatiera che con le sue praline  - “Ansonica” e “Un tè con le tigri”- si è aggiudicata la medaglia d’oro all’International Chocolate Award. A questo si aggiunge anche l’argento per “Aleatica”, che scende dal gradino più alto della classifica dopo averla dominata nel 2018 e 2019. Ma di fatto il podio è un tricolore con cuore elbano.

 Il cioccolato di Francesca Paola Bertani è un cioccolato da record, realizzato con prodotti delle aziende elbane, eccellenze enogastronomiche del territorio che si stanno facendo conoscere per la loro unicità e l’alta qualità dei prodotti. Un esempio che spiega bene l’idea di cioccolateria della Bertani è la neo medaglia d’oro “Ansonica” che ha nel cuore le albicocche dell’azienda agricola Elisa Isola d’Elba di Portoferraio, specializzata in frutta e confettura, e la grappa di ansonica prodotta dell’azienda agricola Arrighi, famosa anche per il vino Nesos prodotto con l'immersione delle uve nell’acqua di mare, recuperando il metodo degli antichi greci dell’isola di Chio.

 “È davvero una grande soddisfazione vedere i nostri prodotti in cima alle classifiche mondiali – commenta Niccolò Censi, coordinatore della Gat, la Gestione associata del turismo che va sotto il marchio di Visit Elba - .  Questi riconoscimenti sono il segno tangibile che l’Elba, un’isola di carattere, è un’eccellenza enogastronomica a livello internazionale, di cui i suoi prodotti di alta qualità sono gli ambasciatori. Questo è sicuramente un ambito importante su cui lavorare, anche dal punto di vista turistico”.

“Dopo il 2018 e 2019 con l’oro di “Aleatica”, ora arriva l’oro di Ansonica e di “Un tè con le tigri”. Tre anni di risultati importanti, soprattutto per il territorio elbano perché hanno portato l’isola all’attenzione di persone che non la conoscevano – commenta Bertani - . E soprattutto hanno sottolineato come l’Isola d’Elba sia anche altro, e non solo sole e spiagge. Queste mie creazioni, realizzate con prodotti delle aziende elbane hanno mostrato le eccellenze territoriali nei prodotti enogastronomici. Una delle cose che sto cercando di fare nel mio piccolo è far vedere ai turisti che possono venire anche in inverno, con la possibilità di degustazioni e percorsi enogastronomici e di vivere l’Elba in un’altra maniera, valorizzando la cultura del territorio che ha tantissimo da offrire. Far vedere l’Isola nella sua interezza. La massima soddisfazione è questa”.

Per il 2021 inoltre, Paola Francesca Bertani, ha in serbo due novità pensate con la complicità dello chef e storico dell’enogastronomia Alvaro Claudi in occasione del bicentenario di Napoleone che ricorre quest’anno e che l’Elba festeggerà fino all’autunno: Il marengo di Napoleone, che prende il nome dalla moneta d’oro da venti franchi fatta coniare da Napoleone dopo la vittoria di Marengo, Il bacio di Walewska, ispirato proprio all’amore che la contessa polacca dimostrò a Napoleone, raggiungendolo anche sull’Isola.