Dall'autofficina nella zona industriale di San Vincenzo alle bici elettriche: «Il nostro modello è il Trentino»

Inaugurato Funnybike Rent. Tour organizzati in pedalata assistita: «Un modo nuovo per scoprire la zona»

SAN VINCENZO. «Non siamo un semplice noleggio di e-bike. Oltre alla nostra professionalità, vogliamo offrire ai clienti, locali e turisti, delle esperienze uniche e indimenticabili, con i tour del territorio e i pacchetti personalizzati per godere al meglio della nostra splendida Val di Cornia». Così parla Stefano Barbieri, titolare storico dell'autofficina Automar nella zona industriale a San Vincenzo, a proposito del suo ingresso nel mercato delle bici elettriche. Da qualche mese, infatti, ha inaugurato "Funnybike Rent", attività di noleggio e-bike con sede proprio nell'officina, che si propone di organizzare anche tour guidati alla scoperta di angoli e percorsi suggestivi della zona. «In realtà, l'idea era di partire ad aprile 2020 ma, come è ovvio, la pandemia ci ha fatto ripensare tutto. L'investimento per fare bene questo genere di attività è importante e in quel momento non me la sono sentita di rischiare».

Eppure, durante la scorsa estate, Stefano ha avuto prova di quanto fosse aumentata la richiesta per questo tipo di esperienze. «La voglia di aria aperta, libertà, natura che i mesi chiusi in casa hanno solo aumentato. Ma anche il desiderio di passare giornate in bici, al di là delle proprie condizioni fisiche. Così, ad ottobre, io e i miei collaboratori abbiamo iniziato corsi di specializzazione all'accademia nazionale di mountain bike di Milano e, con impegno, abbiamo acquisito il brevetto per poterci occupare di bici elettriche e con pedalata assistita. Lavorare con questo tipo di mezzi è molto più difficile di quanto si pensi, la formazione è fondamentale». Formazione e continuo aggiornamento sono da sempre le linee guida di Stefano, fin da quando nell'86 prese in gestione l'officina. «Applicherò alle bici la stessa etica professionale che ho sempre seguito nel lavoro. Solo così si può creare un rapporto di fiducia col cliente». Uno stock di 35 e-bike, quindi, di varie qualità e dimensioni, anche per i più piccoli. Ma quali sono i passi per dare il via ad una nuova attività, in un momento di crisi come questo? «Prima di tutto, qualità del prodotto e professionalità nel servizio.

E poi, dato che lavoreremo col turismo, è stato fondamentale iniziare a costruirci una rete di collaborazioni sul territorio, trovando punti di incontro anche con gli albergatori che, più di tutti, conoscono le esigenze e i desideri della propria clientela». Un metodo che Stefano ha studiato ispirandosi ai noleggi di sci tipici delle regioni del Nord Italia. «Esattamente come fanno in Trentino, abbiamo un software online, la cui interfaccia si trova direttamente sui siti delle strutture con cui collaboriamo. In questo modo, i potenziali clienti potranno conoscere le nostre offerte e prenotare i servizi direttamente da lì, a beneficio sia nostro che degli albergatori». Al momento dell'intervista, già otto strutture hanno deciso di unirsi al progetto ma il sogno di Stefano è ancora più grande. «Proprio per questo, giovedì 22 aprile abbiamo organizzato un "emotion day", una giornata di prova per i gestori delle strutture della zona, che hanno potuto gustare in prima persona uno dei tour che organizziamo durante la stagione. In questo modo, sanno esattamente cosa vanno a proporre ai clienti». Un'escursione a cui hanno partecipato più di venti albergatori, che sono stati accompagnati da guide esperte nella scoperta dell'entroterra sanvincenzino. Salite e discese compiute senza dover fare sforzi sovrumani, proprio grazie alle e-bike del noleggio.

«Siamo molto soddisfatti di questa giornata di prova e abbiamo avuto la dimostrazione che tour del genere, con le nostre guide, Duccio Arrighi e Gianluca Manzi, possono essere emozionanti e sorprendenti per i sanvincenzini tanto quanto per i turisti». Tra le gite proposte, la scoperta del promontorio di Baratti via terra e via mare, percorsi fino alle terme di Sassetta, Campiglia o altre zone strategiche dell'interno, sempre sull'onda del turismo esperienziale, su cui negli ultimi anni si sta puntando sempre di più. «Stiamo studiando tutto nei minimi dettagli, per questo abbiamo acquisito un terreno a San Carlo, da cui partiranno alcune delle nostre escursioni. Ma niente può essere lasciato al caso. Anche il punto in cui, durante la giornata, ci si trova rispetto al sole può influenzare l'intera esperienza». Insomma, per Funnybike Rent si prospetta una prima stagione all'insegna di novità e passione. Per informazioni: 328 1596456 o 0565 703290 - Funnybikerent@gmail.com.