Avancini, volata da leggenda all'Elba: che duello con Schurter. Le immagini

Il brasiliano trionfa in una gara da togliere il fiato, Courtney domina tra le donne. Test superato per Capoliveri Bike Park, il percorso è davvero di livello mondiale

CAPOLIVERI. Esame superato a pieni voti. I grandi campioni del cross country hanno dato spettacolo al Capoliveri Bike Park durante una Pasquetta dedicata agli Internazionali d’Italia Series. Alla fine è stato Henrique Avancini a trionfare nella Capoliveri Legend XCO, al termine di un duello entusiasmante contro il rivale Nino Schurter. I due fenomeni si sono sfidati in un percorso capoliverese che si è dimostrato all’altezza, degno prologo del mondiale che si disputerà all’isola d’Elba il prossimo autunno.

  • QUI GLI HIGLIGHTS



LE GARE

Era il 1994 quando sull’Isola d’Elba John Tomac e Ned Overend dettero vita ad uno dei più memorabili duelli della Coppa del Mondo di MTB. Oggi, nel 2021, Capoliveri Legend XCO ha riportato sull’isola un grande duello fra campioni che stanno segnando un’epoca delle ruote grasse. Henrique Avancini e Nino Schurter hanno acceso il fuoco della Coppa del Mondo.

Ieri i è consumata la prima volta dell’evento organizzato dalla Asd Capoliveri Bike Park che ha centrato tutti gli obiettivi della vigilia, grazie a un percorso che ha convinto ed entusiasmato gli atleti e gli inconfondibili panorami esaltati da un weekend climaticamente perfetto.

La seconda uscita stagionale di Internazionali d’Italia Series ha proseguito nel segno delle grandi firme: oltre al successo di Avancini davanti al Campione d’Europa, l’ex iridata Kate Courtney ha bagnato il suo esordio stagionale (e nel circuito gestito da CM Outdoor Events) con una vittoria bella e convincente, prima su un podio su cui sale anche il sorriso di Chiara Teocchi, protagonista e felice dopo un anno travagliato.

OPEN UOMINI

Coppa del Mondo, Olimpiadi e Mondiali: i grandi obiettivi della stagione, gli stessi a cui puntano Nino Schurter (Scott-SRAM) ed Henrique Avancini (Cannondale Factory Racing). Quello fra lo svizzero e il brasiliano, caratteri diversi, è un confronto lungo tutta una stagione, di cui la sfida di Capoliveri è stato il primo, significativo round.

L’ha avuta vinta il brasiliano, che è tornato a salire sul podio di Internazionali d’Italia Series tre anni dopo il gran finale della stagione 2018 a Chies d’Alpago, ma è stato testa a testa fino agli ultimissimi metri dei sette giri (più lancio) previsti.



Schurter ha forzato il ritmo in partenza, mettendo tutti in fila ma senza inizialmente causare strappi: sulla sua ruota, fin dai primissimi metri, sempre il brasiliano Avancini. Al terzultimo giro, una nuova frustata di Schurter ha rimescolato le carte, a resistergli nell’accelerazione in discesa solo Avancini e Marotte, mentre alle loro spalle Luca Braidot superava un problema meccanico per lanciarsi all’inseguimento. Nello sprint a tre sulla breve retta finale, Avancini ha affrontato la curva in testa, e ha avuto buon gioco nel superare Schurter e il nuovo leader di Internazionali d’Italia Series Marotte.

DONNE OPEN

In campo femminile le attese erano tutte per Kate Courtney (Scott-SRAM), la campionessa del mondo 2018 arrivata per la prima volta a gareggiare sui circuiti di Internazionali d’Italia Series, e la 25enne californiana non ha deluso chi la voleva protagonista nella prima edizione di Capoliveri Legend XCO.

Al debutto stagionale, tuttavia, la Courtney ha dovuto sudare forse più del previsto per avere la meglio su una splendida Chiara Teocchi (Trinity Racing), che conferma un brillantissimo avvio di stagione con un secondo posto che vale oro. Terzo posto che vale per Caroline Bohe, che con il piazzamento ha conquistato le maglie di leader sia della categoria Open che di quella Under 23 Femminile.



JUNIOR

Fra le Donne Junior, la vincitrice di Andora Sara Cortinovis (Four Es Racing Team) ha ribadito il proprio dominio in maniera chiara e netta. Successo svizzero, invece, nella prima gara della giornata, quella degli uomini junior. Dopo una sfuriata di Filippo Agostinacchio (Scott-Libarna) del giro di lancio, poi raggiunto da Marco Betteo (Racing Team Rive Rosse) e Matteo Siffredi (Scott-Libarna), lo svizzero Nils Aebersold (Roland/Trek Bike) è riuscito a recuperare un gap di 30 secondi per portarsi in testa all’inizio del secondo giro.

Il 2004 Nils Aebersold ha imposto il proprio ritmo senza voltarsi, distanziando uno per uno gli avversari – ultimo a cedere Filippo Agostinacchio – fino ad aggiudicarsi la prima edizione di Capoliveri Legend XCO dopo quasi tre giri in solitaria. Terzo posto invece per Betteo.

Henrique è in estasi, ma Nino studia già la sua vendetta

«È stata una giornata bellissima e durissima». Così Henrique Avancini, campione brasiliano ha commentato il suo trionfo al termine di un duello entusiasmante con Nino Schurter. «Battermi con Nino è sempre una motivazione in più – ha spiegato – affrontarlo è un’opportunità e se c’è un’occasione per vincere bisogna prenderla. Avevo tanto bisogno di tornare in gara, di mettermi alla prova contro avversari di grande calibro: vincere il primo round è stato sicuramente importante».

Nino Schurter, nonostante la sconfitta: «Ho provato a fare la corsa dura fin dal principio, cercando di distanziare gli altri. Nell’ultimo giro Avancini era un po’ più esplosivo, ma sono contento del mio debutto stagionale, su un’Isola d’Elba veramente fantastica. La prossima settimana a Nalles avremo la rivincita».

Kate Courtney rapita dall’Elba: «Questo luogo è stupendo»

Felicità anche per Kate Courtney, vincitrice tra le donne: «È stato l’inizio di stagione perfetto: prima vittoria in un luogo stupendo – ha commentato – Sono contenta anche della mia condotta di gara: avevo tanta voglia di rientrare in corsa, ma è sempre difficile prevedere le sensazioni della prima uscita».—



© RIPRODUZIONE RISERVATA