Le eccellenze dell’isola sulla Rai tra progetti artistici, mare e musica

PORTOFERRAIO. L’isola d’Elba, con le sue eccellenze, è in onda questo pomeriggio alle 17, 35 su Rai2, nella trasmissione “Il Provinciale”. Il giornalista Federico Quaranta e la sua troupe hanno documentato, nel programma “Tutte le anime dell’isola”, le maggiori caratteristiche della terza isola d’Italia. Quindi, oltre alle riprese nelle miniere di ferro, dei contrafforti del monte Capanne, delle immancabili e famose regge napoleoniche, l’occhio della telecamere si è fermato a riprendere personaggi di primissimo piano quali Cristina Sammarco e Roberto Ridi, impegnati a portare avanti il progetto “Dimensione Isola”, i messaggeri del mare Pierluigi Costa e Lionel Cardin, impegnati nella tutela del mare e nelle cause di solidarietà nei loro vari incontri con le scuole del comprensorio e della Regione Toscana, e il gruppo musical folk dell’Elba “Ravanatera”. “Il Provinciale” ha come scopo quello di condurre gli spettatori attraverso i valori e i principi più sani della provincia italiana, alla scoperta di un’Italia poco conosciuta, in luoghi e lungo sentieri che accendono l’immaginazione. E lo fa attraverso la conduzione di Federico Quaranta, un po’ presentatore e un po’ viandante, che accompagna gli spettatori in un viaggio che è prima di tutto dell’anima, alla scoperta delle incantevoli bellezze italiane. All’interno di questa cornice, ha trovato la sua giusta collocazione l’Isola d’Elba insieme con le sue perle nascoste. Come per esempio “Dimensione Isola”, il progetto nato nel 2018 che vede la collaborazione della pittrice Cristina Sammarco e del fotografo Roberto Ridi. Per presentare il loro progetto artistico a quattro mani, i due artisti elbani sono stati intervistati dalla troupe di Rai2 al laghetto delle Conche di Rio. Dalla sinergia e collaborazione di due persone sensibili, sperimentando di volta in volta processi creativi e di cooperazione differenti, sono nate fotografie dall’alto stranianti realizzate con la tecnologia del drone, collage in carta vetrata dipinta e opere a quattro mani che sovrappongono su livelli trasparenti fotografia e pittura in un’alternanza che confonde per creare un’unica immagine. «È stato un onore per noi raccontare il progetto tra i colori della miniera di Rio, in un’atmosfera suggestiva – affermano i due artisti – un progetto nato dalla voglia di far conoscere la nostra isola e restituirne un’immagine trasfigurata attraverso l’arte e i sensi». Blocco di schizzi alla mano lei e macchina fotografica in spalla lui, Cristina e Roberto sembrano ascoltare il vento, pronti per nuove tappe che il viaggio “Dimensione Isola” riserverà loro. —