Il Comune toglie i punti blu dalle spiagge più selvagge

La spiaggia di Galenzana, gioiello nel versante occidentale dell’isola

Il nuovo bando è pronto: sul tavolo l’affidamento per i prossimi quattro anni. In palio sei mini concessioni, Galenzana e Colle Palombaia libere dagli ombrelloni

CAMPO NELL’ELBA. Il bando è pronto ed è stato approvato con un atto di indirizzo della giunta Montauti. Così il Comune di Campo nell’Elba si appresta ad affidare per i prossimi due anni sei punti blu in alcuni dei pezzi di spiaggia più ambiti sul territorio comunale. Non solo. L’affidamento potrà essere rinnovato per altri due anni, ma solo se gli aggiudicatari garantiranno i servizi pattuiti con l’amministrazione e previsti dal bando e non abbia collezionato tre o più sanzioni per cattivo uso della concessione, mancato rispetto dell’ordinanza della Capitaneria o del regolamento sull’uso del demanio.

In realtà il numero dei punti blu messi a bando dal Comune è più basso rispetto al recente passato. Il motivo? Nelle spiagge più piccole e selvagge non ci sarà posto per le attività di noleggio degli ombrelloni. La piccola e meravigliosa spiaggia di Galenzana sarà libera, senza il mini stabilimento balneare che occupava gran parte dello spazio negli ultimi anni. Niente punto blu anche a Colle Palombaia e a Fonza, gioielli selvaggi del turismo balneare della costa occidentale. I punti blu, invece, sono messi a bando per quattro tratti della spiaggia di Marina di Campo, uno a Fetovaia e uno a Pomonte. Si tratta di piccoli stabilimenti balneari con un’estensione di 330 metri quadrati, di cui 30 metri quadrati destinati all’istituzione del punto blu e 300 metri quadrati per le file di ombrelloni e lettini che non potranno superare il limite di 40 ombrelloni e 80 lettini. Con l’atto di indirizzo, pubblicato sull’albo pretorio del Comune di Campo nell’Elba, l’amministrazione rende pubblica la struttura del bando pubblico, sebbene nel documento non sia ancora presente il termine entro cui presentare le domande.


Sono invece già fissati i requisiti per poter partecipare, i vari punteggi che saranno attribuiti a chi parteciperà.

Chi si aggiudicherà il punto blu dovrà assicurare obbligatoriamente una serie di servizi a favore dei bagnanti. Tra questi l’ assistenza alla balneazione in modo continuativo durante tutto l’orario della balneazione. L’attività di noleggio dovrà essere eseguita da personale non impegnato nell’attività sorveglianza ed assistenza alla balneazione. L’aggiudicatario, inoltre, si occuperà della cura e della sistemazione della spiaggia garantendo «in prima persona o attraverso un proprio socio o personale dipendente – si legge nel testo del bando – durante l’orario della balneazione, la presenza in servizio presso il punto blu di un operatore in possesso di abilitazione all’utilizzo del defibrillatore automatico». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA