Piombino, maxi esodo in maggioranza verso Forza Italia, Udc, civici

Marco Viti, Cristina Tomi, Davide Anselmi e Mario Atzeni

Nel gruppo di Coppola arrivano da “Ferrari sindaco” Tomi e l’ex capogruppo, Viti mentre da “Lavoro e Ambiente” approda Atzeni. Nel gruppo anche Anselmi, ex Lega

PIOMBINO. Maxi esodo di consiglieri di maggioranza verso il gruppo Forza Italia-Udc-civici popolari che cancella in un bòtto Lavoro e ambiente e riduce di un terzo la rappresentanza della lista civica Ferrari sindaco.

Nel gruppo di centro capitanato da Luigi Coppola (che esprime l’assessore all’urbanistica Gianluigi Palombi) arrivano infatti Marco Viti, fino a ieri capogruppo della Lista che porta il nome del sindaco, da cui arriva anche la consigliera Cristina Tomi. Da “Lavoro e Ambiente” (due assessori, quella all’Ambiente Carla Bezzini, e quella al Lavoro e attività produttive, Carmela Nigro) si stacca il suo elemento più rappresentativo, Mario Atzeni, che alleato di Bezzini nel Comitato salute pubblica, si sarebbe poi trovato sempre più distante politicamente dall’assessore all’Ambiente.


Davide Anselmi infine, dopo essere stato eletto con la Lega ed esserne uscito per fondare il gruppo “Noi per Piombino” con l’altra fuoriuscita dal Carroccio, Maria Elena Cosimi, approda in Forza Italia in modo naturale visto che ne era il coordinatore comunale ormai dal mese di agosto.

Il sindaco Ferrari non commenta, ma nel suo entourage assicurano che non sia preoccupato per le defezioni nel gruppo che porta il suo nome, peraltro più o meno “spento” dopo le elezioni, nemmeno per il fatto che si tratti di due elementi molto attivi nella campagna elettorale del 2019 come Viti e Tomi, giudicando questi movimenti come un naturale assestamento oltre tutto a beneficio di Coppola, il più politico della maggioranza, quindi capace di gestire anche situazioni complesse, alleato solidissimo e infatti portavoce dei gruppi di maggioranza. Come nuovo capogruppo di “Ferrari sindaco” tutte le indiscrezioni portano ad Alessandro Adami.

In una nota il gruppo Forza Italia, Udc, Civici popolari liberali, diventato il più numeroso nella maggioranza, spiega di accogliere quattro consiglieri «provenienti da altre componenti ma con un’affinità valoriale e identitaria al mondo popolare e liberale. Un percorso politico che partendo dai territori, focalizza l’attenzione sulle dinamiche provinciali, regionali e nazionali ed esprime l’evidente esigenza di dar forza a un ambito in cui prevalgano la ragione e il pensiero rispetto ad evoluzioni che hanno come principale obiettivo il consenso immediato. In molte altre realtà – prosegue la nota – vi sono movimenti simili con l’obiettivo di rafforzare quelle identità democratiche che per natura sono predisposte al dialogo e al confronto scevre da pregiudizi».

Il gruppo guidato da Coppola vuol chiarire «che questa iniziativa non altera in nessun modo il rapporto con gli altri gruppi consiliari, anzi, stimola l’esigenza di rafforzare il rapporto fra tutte le componenti della maggioranza, andando oltre la naturale rappresentanza delle diverse liste elettorali. Un nucleo unico e unito di consiglieri a sostegno del nostro sindaco Francesco Ferrari che, pur mantenendo le diverse identità, è stato fondamentale per strappare dopo oltre 70 anni il Comune alla sinistra e a tutte le sue declinazioni. Siamo al servizio della coalizione, con l’auspicio che questa nostra esperienza di governo del territorio – è la conclusione – possa affermarsi per un tempo molto lungo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA