Contenuto riservato agli abbonati

Parco Nassi, si cambia: campi padel, calcio a 5 e corsie d’atletica

Il progetto dei Veterani sportivi piace alla giunta comunale: investimento da 262mila euro e gestione per dieci anni

PIOMBINO. Via le piastrelle in graniglia. Anche lo sterrato del campetto di via Gori, dove si disputava il torneo Lovetti di calcio a 7, ha i giorni contati. A ridisegnare il parco sportivo intitolato a Dino Nassi, in via del Cimitero, sono i Veterani sportivi di Piombino che dal 13 settembre 2019 hanno in gestione il complesso. Due campi da padel tennis, uno polivalente e un altro per il calcio a 5 con intorno una pista d’atletica a due corsie.
Il progetto preliminare ha ottenuto il benestare della giunta comunale, che lo ha approvato nella seduta del 30 dicembre.

Adesso si tratta di fare alcuni aggiustamenti per arrivare alla versione definitiva e dare corso ai lavori. L’investimento stando alle carte è di 262.696,44 euro a fronte di una gestione che è assegnata ai Veterani per dieci anni, con possibilità di proroga per altri cinque alla scadenza. Ottenuto il placet dell’amministrazione comunale nell’arco di un paio di mesi dovrebbe essere messa nero si bianco la versione definitiva del progetto. Al di là dei necessari approfondimenti tecnici lo scoglio restano gli spogliatoi che nella loro versione attuale non rispondono ai requisiti strutturali minimi previsti dal Coni. Tuttavia nel quartier generale dei Veterani Sportivi si respira ottimismo. Il sodalizio, di cui è presidente Claudio Mazzola, al netto dei capricci del meteo e soprattutto della possibile evoluzione della pandemia da Covid-19 conta di poter dare il via ai lavori a primavera e terminarli al massimo entro l’estate.

L’intervento, sulla base del progetto elaborato dallo Studio di architettura Biagini e Signori di Follonica, prevede oltre all’installazione degli impianti sportivi la riqualificazione generale dell’area e la sistemazione e adeguamento degli spogliatoi esistenti. E sarà necessario intervenire anche sugli alberi, alcuni dovranno essere abbattuti e altri sistemati per non generare situazioni di pericolo per gli atleti che frequenteranno il centro sportivo. Nel dettaglio, si prevede la realizzazione di due campi da padel tennis in erba sintetica nell’area già pavimentata in piastrelle di graniglia. Il progetto prevede anche un campo polivalente all’aperto in erba sintetica per gli sport con la palla. E nell’area centrale, dove è attualmente il campo di calcio, un campo per il calcio a 5 in erba naturale.