Brunero Lucarini con “Risaia” si aggiudica la nona edizione del premio Luca Rossi

“Risaia”, di Brunero Lucarini, foto vincitrice del premio Luca Rossi

Si è concluso il concorso fotografico su “Il lavoro in un calendario” organizzato dall’associazione Ruggero Toffolutti 

PIOMBINO

La giuria della nona edizione del concorso organizzato dall'associazione "Ruggero Toffolutti", "Il lavoro in un calendario-impressioni fotografiche per un futuro migliore" dedicato a Luca Rossi e a chi perde la vita per guadagnarsela, ha assegnato il primo posto a Risaia di Brunero Lucarini. Secondo, Fabio Sartori con Geotermia work e terzo Massimiliano Londi con Barrique.


Gli altri 9 autori inseriti in calendario sono Gianna Maggini con "Il fattorino", Assunta Cacciottolo con "Vendo luci e colori", Paolo Baglioni con "Assalto al fuoco", Piero Poli "Demolizioni in Bangladesh, sicurezza zero". E ancora, Alessandro Novaria con "Il fedele aiutante del pastore", Stefano Benucci con "Edilizia in sicurezza", Michele Cimini con "Nurse", Alex Zappalà "Con tenacia e speranza" e Alessia Neri con "Giovane donna, antico mestiere".

Per la sezione Scuola, penalizzata anche più dell’altra dalla situazione, stavolta si registra un unico Istituto, l'Isis Carducci, Volta, Pacinotti di Piombino che avrà i 500 euro donati dai lavoratori Ducati e Lamborghini di Bologna.

Il presidente di giuria Romano Favilli ha scelto una foto per ciascuno dei partecipanti “over” (46, in tutto 115 scatti) riprodotta in miniatura nel calendario.

La “Toffolutti” e i familiari di Luca Rossi ringraziano chi partecipando e collaborando, ha dimostrato, o confermato, la vicinanza al progetto curato graficamente da Massimo Panicucci. «La situazione sanitaria e relative normative - scrive l’associazione - impediscono la premiazione e la mostra. Dobbiamo rimandare. Intanto - aggiunge - stiamo lavorando al dvd in cui si riepiloga questa nona, anomala edizione che comunque abbiamo portato in fondo come gran parte dell'attività 2020».

Il dvd sarà pubblicato nel gruppo Fb e nel sito il 3 dicembre, quando avrebbe dovuto svolgersi la cerimonia in Comune (che patrocina il premio), e soprattutto, giorno in cui Rossi, nel 2006, perse la vita alla Lucchini. —

“Geotermia work”, di Fabio Sartori, secondo posto

“ Barrique” , di Massimiliano Londi, terzo posto

"Il fattorino", di Gianna Maggini

“Vendo luci e colori”, di Assunta Cacciottolo

“Assalto al fuoco”, di Paolo Baglioni

“Demolizioni in Bangladesh, sicurezza zero”, di Piero Poli

“Il fedele aiutante del pastore”, di Alessandro Novaria

“Edilizia in sicurezza”, di Stefano Benucci

“Nurse”, di Michele Cimini

“Con tenacia e speranza”, di Alex Zappalà

“Giovane donna, antico mestiere”, di Alessia Neri