Giani annuncia: "Sarò il commissario per il porto"

Una delle nuove banchine del porto di Piombino (foto Paolo Barlettani)

"Lavoriamo per dargli quelle prospettive che lo rendano punto di riferimento nell'area"

PIOMBINO. "Come presidente della Regione Toscana sarò, a giorni, nominato commissario per lo sviluppo dei lavori del porto di Piombino. Ci conto molto perché il porto di Piombino può diventare una base logistica fondamentale nel Mediterraneo". Lo ha annunciato il governatore toscano Eugenio Giani, oggi (sabato 28) a Piombino per un sopralluogo.
 
"I lavori hanno portato a banchine di più di 21 metri - ha aggiunto Giani -. Piombino ha svolto inoltre una funzione umanitaria fondamentale portando qui la Costa Diadema con il suo carico di passeggeri contagiati. Qui ci sarà inoltre una nuova banchina, ed io seguir ògiorno per giorno i lavori: 400 metri che consentiranno di rendere pi attrezzata questa struttura, e poi altri 1000 metri che diventeranno punto di riferimento per l'attracco e lo sviluppo dell'attività portuale che ha gi nel retroporto tre concessioni importanti".
 
Piombino, secondo quanto spiega Giani in un post sui social "vive la dimensione critica, drammatica del luogo della siderurgia che deve ritrovare in essa una nuova vocazione con il forno elettrico, ma che comunque ha la regione Toscana che si sta impegnando fortemente, insieme all'autorità portuale, per dare al suo porto quelle prospettive che lo rendano punto di riferimento per tutto quello che riguarda la navigabilità marittima nel Mediterraneo, e con esso occupazione, sviluppo, nuovi insediamenti, che vanno oltre la siderurgia per un'attività manifatturiera che può portare a Piombino nuove grandi prospettive per il futuro".
 
A Piombino Giani ha fatto anche visita al sindaco Francesco Ferrari: "E' stata un'occasione per discutere delle azioni da mettere in campo per il territorio - commenta Ferrari - dalle infrastrutture alle bonifiche, alla riconversione economica".