Elba 2035, un'isola sempre più sostenibile. Un successo il confronto sul web

Appuntamento mantenuto nel rispetto delle norme anti Covid. A dicembre il secondo evento dedicato alla sostenibilità 

PORTOFERRAIO. Nel pieno rispetto della normativa antiCovid19 prevista dall’ultimo Dpcm si è tenuto il primo dei tre appuntamenti in programma del progetto “Elba 2035” promosso all’Acqua dell’Elba.

Gli incontri termineranno con la redazione del primo manifesto di sostenibilità previsto per inizio estate 2021.


L’evento si è svolto in modalità online. Hanno partecipato ai lavori 45 persone tra sindaci e amministratori pubblici, imprenditori, associazioni e studenti. ‘Elba 2035’ altro non è che il percorso di ascolto e di ingaggio dei principali attori dell’Isola, volto alla costruzione di una visione di futuro condivisa e sostenibile. La giornata è terminata con una prima identificazione della visione che i partecipanti hanno sui temi ritenuti di fondamentale importanza per il futuro dell’Isola d’Elba e, insieme, con una prima elencazione dei vari punti di forza e debolezza con cui misurarsi per rendere operativa tale visione. La discussione si è centrata sul turismo sostenibile, sull’identità culturale e sull’ambiente. Turismo sostenibile.

I partecipanti hanno posto l’accento su vari temi, tra cui la mobilità sostenibile (non solo via terra ma anche via mare), la valorizzazione delle attività in armonia con la natura, l’Elba come residenza ‘elettiva’ in tempi di smart working e l’inquinamento marino. L’esigenza di un modello culturale forte e capace di valorizzare il patrimonio storico e paesaggistico dell’isola e la sua tradizione eno-gastronomica, ogni giorno ed in tutte le stagioni dell’anno insieme alla possibilità di corsi per professioni legate al mare, le opportunità scaturite invece nel dibattito intorno a Lifestyle e Cultura.

Particolare attenzione poi sulla riduzione delle emissioni inquinanti e di gas serra attraverso lo sviluppo di energie rinnovabili proprie del territorio elbano con una maggiore attenzione alla protezione del mare.

Da tutti i tavoli di lavoro è emersa la necessità di “fare sistema” e di un modello di collaborazione permanente tra stakeholders del territorio.

Il prossimo incontro di ‘Elba 2035’ è previsto per il 10 dicembre. L’obiettivo è arrivare il prima possibile alla redazione del manifesto della sostenibilità. Un documento che nascerà dal lavoro collettivo dei vari stakeholders invitati al tavolo da Acqua dell’Elba. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi