I migliori bikers mondiali si sfideranno sull’isola i prossimi 10 e 11 ottobre

Andranno in scena la Legend 2020 e i campionati italiani: saranno testati i percorsi per il mondiale del 2021

CAPOLIVERI

Il prossimo 10 e 11 ottobre ci sarà il gotha della mountain bike a consacrare l’Isola d’Elba come l’Olimpo delle due rote per professionisti e amatori. Il campione del mondo in carica, il colombiano Hector Leonardo Paez, ma anche l’austriaco tre volte campione del mondo Aban Lakata, il campione europeo Alexey Medevedev e i pluricampioni italiani Samuele Porro e Juri Ragnoli. Oltre ovviamente ai massimi rappresentanti di Uci e Fci.


Per tutti la sfida forse più importante sarà verificare il percorso che misurerà i migliori campioni di mountain bike ai mondiali Uci Mtb Marathon 2021: in un weekend denso di emozioni, infatti, si disputeranno il Campionato italiano FCI Marathon, la Capoliveri Legend Cup’s Eleven 2020 UCI Marathon Serie e appunto il Test Event - Elba World sul percorso dei prossimi mondiali.

«Siamo molto orgogliosi di poter ospitare sull’Isola d’Elba questa full immersion di MTB e ancor di più il mondiale il prossimo anno – ha affermato Nicolò Censi, coordinatore della Gestione associata turismo dell’Isola d’Elba – oltre al mare, alle spiagge incantate, ai boschi e ai panorami mozzafiato, sull’isola si possono vivere esperienze straordinarie di bike, mountain bike/e-bike da praticare negli oltre 400 chilometri di sentieri ciclabili diventati destinazioni d’elezione per i biker di tutto il mondo».

«Il test event Elba World - conferma Maurizio Melis, presidente Ads Capoliveri Bike Park – si svolgerà in due tornate sull’inedito e spettacolare percorso di 35 km studiato e disegnato per l’evento mondiale del 2021 (in cui verranno percorsi 3 giri), dove verranno assegnate le prestigiose maglie iridate, il massimo riconoscimento mondiale per la categoria Mtb XCMarathon».

Il sindaco di Capoliveri, Walter Montagna precisa: «Sarà importante realizzare l'evento quest’anno, per mettersi alla prova e capire il nostro potenziale, per ottimizzarlo nel 2021, sempre nel rispetto dei protocolli covid che certamente i referenti del Bike Park sapranno mettere in atto». —