«Sul caso Rimateria non siamo i cattivi, il Comune dica se ha un’alternativa»

Il presidente della società laziale spiega le ragioni dei privati e la richiesta danni per 25 milioni di euro. «È un atto dovuto, dobbiamo rispondere agli azionisti. La vicenda va guardata dai due punti di vista»