Non spaventiamoci, la libertà non si tocca. Un’onda di affetto, i lettori al nostro fianco

Centinaia di commenti sui social, via mail, sui telefoni, a voce e di persona: è stata la più bella risposta a un insulto. Ecco alcune delle frasi che abbiamo ricevuto ieri in redazione dopo lo sfregio alla nostra insegna a Piombino. E vogliamo aggiungere solo una parola: GRAZIE 

Ecco alcuni dei messaggi arrivati dai lettori al Tirreno:

Si vive in un mondo d’intolleranza e d’ignoranza tutto questo è vergognoso...massima solidarietà.

Riccardo Mariotti


Non so come dimostrare fattivamente la mia solidarietà. Ho pensato di distribuire, domani, una copia del vostro giornale a tutti i miei clienti. Sarebbe bello se lo facessero anche altri miei colleghi.
Paola Minelli


Il Tirreno è la linfa per la nostra Piombino... un abbraccio a tutti da chi vi legge tutti i giorni.
Sergio Grassi


Il giornalista scrive e mette la firma. Il giornale ha un direttore che ha un nome e un cognome. Chi scrive senza il coraggio di alzare la mano dimostra solo di avere paura. Forza Tirreno! Dividono i libri, dividono spessore intellettuale, divide la qualità degli uomini.
Rita Martini


Forza Tirreno... w il giornalismo!
Gabriella Pianigiani Torri


Orgoglioso di far parte, nel mio piccolo, di questo giornale. E un abbraccio ai colleghi di Piombino
Andrea Masini


Evidentemente state facendo un ottimo lavoro. Baci a tutti/e!
Ilaria Guarini


Solidarietà a tutti/e Voi e soprattutto alle giornaliste e ai giornalisti della Redazione di Piombino colpiti da questa schifoso gesto. La libertà di stampa non si tocca! Se ne facciano una ragione coloro che hanno compiuto il gesto.
Alessandro Bandoni


Mi sembra che piangiate un po troppo per una volgare scritta fatta con la bomboletta. Ne subiscono ogni giorno di peggiori centinaia di altri soggetti.
Goffredo Rocchi


Lo dico sempre ai miei alunni. La prova più grande della libertà che abbiamo conquistato è la stampa libera. Un tesoro da custodire. Un abbraccio a tutti voi.
Carla Maestrini


 “Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme”. Camminiamo tutti insieme, continuate così, siete dei professionisti serie e competenti, con questa gente sarò sempre al loro fianco.
Angelo Trotta


Un grazie a tutti voi che con il vostro LAVORO (volutamente maiuscolo) permettete a tutti noi di non farci tappare mai la bocca.
Paolo Cappelli




Bellissimi i vostri occhi.. . in questo periodo buio.
Nicoletta Gemignani


La libertà non si tocca. Mai. Agli ignobili che hanno compiuto questo gesto dovrebbe essere ricordato e dovrebbe essere la città tutta a farlo, perché non è un’offesa ad in giornale, ma un’offesa alla libertà. Che appartiene a tutti.
Stefano Ferrini


"Non sono d’accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu lo possa dire”. Qualcuno lo ha sostenuto in passato. Ritengo sia ancora drammaticamente attuale.
Marco Pellegrini


Siete un bel gruppo, uomini e donne coraggiosi, ottimi professionisti che meritano il massimo rispetto. Peccato per la nostra città, non avrei mai creduto si arrivasse a tanto. Tutta la mia stima e la mia solidarietà.
Eleonora Cremisi


Non devono spaventare certi insulti , la libertà non si discute.
Daniela Piani


I giornali sono i primi a stare nel mirino quando si vogliono ridurre gli spazi di democrazia e quando i pensieri violenti prendono il sopravvento. Nessuno vi intimidirà, un abbraccio a tutti.
Antonio Valentini


Sono certo non vi farete abbattere ma anzi certi atteggiamenti rafforzano la convinzione che non dobbiamo mollare. Un abbraccio sincero.
Simone Meloni

Solidarietà a tutti i lavoratori del giornale. Sono cose che possono sembrare piccole, ma sono molto gravi e molto preoccupanti.
Alfio Tondelli



Scrivete, ascoltate, approfondite, diffondete informazione.
Paolo Camelli


 Il Tirreno non ha mai fatto sconti a nessuno. Si chiama libertà, che se lo ficchino bene in testa. Siamo al vostro fianco. Solidarietà a tutti voi.
Rosaria Lombardo


Gesto ignobile che certamente non fermerà chi fa informazione, piena solidarietà a tutti voi.
Patrizia Nobili


La libertà di stampa non si tocca!!! Tenete duro.
Ilenia Falchi


Negare, spregiare una lapide, una insegna, un simbolo che parla di fatica, sofferenza, lavoro, dedizione, dolore, impegno, serietà è una modalità semplice per autodefinirsi idioti immorali".
Paolo Maria Politi


Si può non condividere ma così non si fa . Rispetto e solidarietà al Tirreno.
Carla MariaFrediani


 La verità è sempre negli occhi di chi guarda ed io la verità la voglio guardare da tutti i punti di vista. Non chiuderò mai gli occhi e la mente! Il giornalista è un mestiere nobile e spero che tutti i miei amici giornalisti non smettano mai di regalarmi la loro verità. È la loro libertà che sosterrò sempre contro tutto e tutti.
Salvatore G. Acquilino


Nessuno tocchi il giornalismo.
Alessandra Tuci
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi