Ferrari e Pasquini spingono la protesta, Ticciati e Bandini a difesa del progetto

Piombino,dalle opposte ragioni per la valutazione tecnica sull’impatto ambientale alla politica che incalza la decisione finale