Il corpo senza vita di un pensionato trovato nel giardino di una casa

Tragedia a Portoferraio: il 78enne stava compiendo dei lavori di giardinaggio per dei conoscenti, forse è caduto da un terrapieno battendo la testa sul pavimento in granito

PORTOFERRAIO. Tragedia a Portoferraio. Un uomo di 78 anni, Giuseppe Arnaldi residente nella città medicea, è morto giovedì 19.  Il corpo senza vita del pensionato è stato trovato in tarda serata nel giardino di un'abitazione in località Albereto, di cui Arnaldi si prendeva cura gratuitamente per conto dei proprietari di cui era conoscente.

Il 78enne aveva una grave ferita alla testa, che presumibilmente si è procurato in seguito a una caduta da un terrapieno, situato a oltre tre metri di altezza. Stava compiendo alcuni lavori di giardinaggio. Era da solo, dal momento che i proprietari della abitazione non erano all'Elba.

I carabinieri della stazione di Portoferraio hanno avviato le indagini e sono al lavoro da giovedì sera per ricostruire la dinamica dell'incidente mortale. Sul posto è intervenuta un'ambulanza della Croce Verde di Portoferraio.

L'ipotesi più probabile è che il pensionato sia caduto dal terrapieno, dove i carabinieri hanno trovato una delle sue ciabatte, a abbia battuto la testa su un tratto pavimentato con delle lastre in granito. Sarebbe morto per il trauma cranico riportato. Ma non è chiaro se la caduta sia stata causata da un malore o da un fattore accidentale. Il medico legale ha compiuto un primo riscontro esterno sul corpo del pensionato, ma sarà l'autopsia che la Procura ha disposto e sarà effettuata nelle prossime ore a chiarire le cause del decesso del 78enne. 

Era stata la moglie di Arnaldi, giovedì sera,  a dare l'allarme, preoccupata per il suo mancato ritorno a casa. A quel punto il figlio e il genero si sono messi alla ricerca del pensionato.  Hanno trovato il suo motorino fuori dall'abitazione in località Albereto, l'uomo era riverso a terra nel giardino di cui si stava prendendo cura.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi