Spettacolo in centro e tanti appassionati. Tucci si aggiudica la prova del porto

La partenza del Rally Colline Metallifere (foto Paolo Barlettani)

Cinquantasette equipaggi si sono presentati alla partenza dell’atteso Rally Colline Metallifere

PIOMBINO. Pronti a partire, per sfrecciare lungo le strade che percorrono la valle e costeggiano i borghi. Prima, però, è il momento di presentarsi, dando spettacolo di fronte al pubblico. E via, un’auto dopo l’altra, tra gli applausi dei presenti. Il quinto Rally della Val di Cornia e delle Colline Metallifere, organizzato da Maremma corse 2.0 e da tre edizioni dedicato al driver scomparso Leonardo Tucci, ha iniziato a scaldare i motori e sabato 13, alle 19,01 in punto, i concorrenti in gara si sono presentati, oltrepassando uno alla volta il palco sistemato per l’occasione in corso Italia.

L’evento è uno dei più attesi sul territorio, anche per la sua capacità di richiamare un gran numero di persone, tra semplici curiosi e veri e propri appassionati del genere. In molti, dunque, ieri pomeriggio si sono riversati sulle strade di Piombino per vedere le auto sfilare sull’asfalto della città. Giovani, meno giovani, donne, uomini e anche molti bambini: tutti insieme per assistere a un momento di sport e per prendere parte a una giornata di festa accarezzata da temperature primaverili, seppur sferzata di tanto in tanto da folate di vento fresco.

Il pilota piombinese Tucci (foto Paolo Barlettani)

La parte di corso Italia dove sono stati allestiti i blocchi di partenza si è presto riempita di pubblico e anche piazza Bovio, sede della direzione di gara e luogo designato per le verifiche tecniche sulle auto, ha accolto molti visitatori. Poi eccolo, l’inconfondibile ruggito dei motori. I concorrenti in gara sono cinquantasei. E cinquantasei erano, ieri, le auto parcheggiate sul Corso in attesa del proprio turno per il via. Il primo concorrente ai blocchi di partenza è stato Andrea Volpi sulla sua Skoda Fabia, poi Francesco Bettini, Roberto Tucci, che si è aggiudicato la prova spettacolo del porto, e tutti gli altri, a distanza di due minuti l’uno dall’altro. Bandiera tricolore, gas ai propri bolidi e via, in direzione della zona del porto di Piombino.

Lì, di fronte a un pubblico assiepato ovunque, ogni pilota ha guidato la propria auto tra le vie cittadine, dando spettacolo in quella che è stata una vera e propria esibizione. La competizione entrerà nel vivo domenica 14, con la corsa che toccherà anche le strade di Cafaggio, Campiglia, Monteverdi e Suvereto. Ma già sabato 13, a Piombino, l’entusiasmo era tanto e le persone raccolte dietro le transenne presenti ai bordi di corso Italia osservavano attentamente le auto giunte in città per il rally.

A interessare è stata sì la presentazione dei piloti fatta ai blocchi di partenza, ma hanno convogliato l’attenzione anche e soprattutto le macchine da rally, le quali hanno sostato qualche decina di minuti in corso, dopo che il loro arrivo è stato annunciato dal potente rombo dei motori. Sport e spettacolo, dunque, per un rally, quello della Val di Cornia e delle Colline Metallifere, che da quest’anno ha ottenuto il riconoscimento di rally nazionale, con un tracciato complessivo che misura quasi il doppio rispetto a quello dello scorso anno e con le macchine presenti con cilindrata più potente. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi