«Cinquanta posti a rischio con la nuova ordinanza»

Flai Cgil chiede la modifica del testo dell’Ufficio circondariale marittimo che vicino agli impianti di itticoltura riduce lo spazio acqueo a disposizione