Un gigante d’acciaio realizzato a Montegemoli e guidato col joystick fuori dal capannone

Il mega yacht guidato col joystick fuori dal capannone (foto Paolo Barlettani)

Dal cantiere Sicmi Sea Syle il primo varo di quest’anno Il megayacht, in mare da Tor del Sale, sarà rimorchiato a La Spezia

MONTEGEMOLI.Sono le 8, 30 a Montegemoli nel cantiere Sicmi Sea Syle: è il varo della commessa 133. Mentre anche i tecnici e gli operai che lo hanno realizzato step dopo step – nei turni di sosta dal lavoro che già li vede impegnanti su nuove commesse – riprendono la scena: un po’ come si fa con un figlio quando muove i primi passi nel mondo.

La mega struttura di 44 metri mentre lascia il capannone (foto Paolo Barlettani)


A seguire le grandi manovre anche il sindaco di Piombino Massimo Giuliani insieme all’assessore al bilancio Ilvio Camberini.
«Valido constatare – il commento di Giuliani – l’affidabilità e la dinamicità del ceo dell’azienda, Pasquale Di Napoli che ha presto tradotto in realtà quanto aveva annunciato durante il nostro incontro. Fa piacere, un punto d’orgoglio in più anche per noi, – aggiunge il sindaco – un inizio per questo tipo di produzioni così attente ai dettagli dell’artigianato italiano ma al passo con gli aggiornamenti tecnologici e qualitativi tipici delle realtà industriali».


«Certo è – sottolinea il sindaco Massimo Giuliani – che questo tipo di produzioni dovrebbero essere fatte su superfici più idonee e più vicine al mare... insieme a Sicmi studieremo quali possono essere le soluzioni più adeguate. Si tratta di importanti opportunità di lavoro anche per intercettare commesse di alto profilo che possano garantire continuità».
Sicmi Sea Style-costruire italiano, nata nel 2004 da un’idea di Pasquale Di Napoli, ha sede a Massafra (Taranto) ma con diversi stabilimenti in Toscana.
Quasi un centinaio gli addetti specializzati presenti a Montegemoli, a cui si aggiungono professionisti dei cantieri di Livorno e Marina di Carrara per un totale di 280 dipendenti.
Coprendo le diverse fasi del processo produttivo per la realizzazione di super yacht l’azienda è diventata in pochi anni punto di riferimento nel settore nautico.
Ed è stato proprio il ceo Di Napoli ad individuare in Piombino un’area favorevole da inserire nella rosa dei cantieri Sicmi visto che si sta lavorando soprattutto per commesse dalla San Lorenzo Yacht e Azimut Benetti, quindi tra La Spezia e Livorno.


«Momento di fondamentale importanza – dice Di Napoli – Questo è per l’azienda il primo varo di quest’anno, e la prima opera realizzata per il San Lorenzo Yacht, nota in tutto il mondo per storicità e design all’avanguardia».
Operazioni di “ri-parcheggio” dello scafo concluse solo nel pomeriggio; la mega struttura sarà scortata fino a Tor del Sale durante la notte. Varo previsto per oggi.
Da qui lo scafo raggiungerà La Spezia, trainato in mare aperto dal rimorchiatore. Il mega yacht ha già un armatore che dovrà però attendere almeno un altro anno prima di poter salire a bordo e partire per il primo vero viaggio inaugurale.

Il gigantesco scafo esce dal capannone, tecnici e operai già impegnati nella realizzazione di nuovi scafi (foto Paolo Barlettani)

Grandi manovre per far uscire dal capannone il gigantesco scafo, con tecnici e operai già impegnati nella realizzazione di nuovi scafi e sovrastrutture.

Perché dopo il varo continuano i lavori a Montegemoli anche per San Lorenzo Yacht con la messa in opera di altre tre commesse a cui si aggiungono lavori di notevole importanza per altri importanti cantieri come Azimut Benetti (con la realizzazione di due sovrastrutture di 50 metri e due sovrastrutture da 60 metri) e Nuovi Cantieri Apuania (con la realizzazione di uno scafo da 45 metri uno da 63 e un terzo da 73).

«La passione per il prodotto – sottolinea Pasquale Di Napoli, ceo di Sicmi Sea Style – l’attenzione per i dettagli, il desiderio di spingersi avanti portando l’azienda verso una sfida continua, ha permesso di anticipare le tendenze in materia di sicurezza e rispetto per l’ambiente. La sperimentazione delle più innovative tecnologie e l’implementazione dei servizi da offrire ai clienti, ha portato l’azienda a inserirsi in un mercato dove è proprio l’Italia uno degli attori principali e diventare in breve una realtà d’eccellenza aprendosi a con numerose collaborazioni».