Bulichella per stupire al Vinitaly

SUVERETO. Etichette rilette in chiave più vicina al sentire dell’azienda di oggi. È questa la novità che l’azienda vitivinicola Bulichella di Suvereto presenterà al Vinitaly 2018, prima tappa di un...

SUVERETO. Etichette rilette in chiave più vicina al sentire dell’azienda di oggi. È questa la novità che l’azienda vitivinicola Bulichella di Suvereto presenterà al Vinitaly 2018, prima tappa di un rinnovamento che proseguirà per tutto il 2018. Bulichella è nata nel 1983 e oggi il suo fondatore Hideyuki Miyakawa porta avanti l’azienda insieme a validi collaboratori e ai figli con i quali ha intrapreso un percorso d’eccellenza e con cui ha condiviso anche questa nuova fase evolutiva. A regime biologico fin dalla sua creazione, Bulichella produce vini sempre più apprezzati come testimoniano i riconoscimenti che l’azienda ha nel suo carnet e che, dopo il ritorno dell’enologo Luca D’Attoma, segnano con chiarezza gli obiettivi da raggiungere. I vini in degustazione saranno Tuscanio Bianco 2017, Tuscanio Rosso 2014, Sol Sera Rosato 2017, Rubino 2016, Coldipietrerosse 2013, Hide2013. Tre le etichette rinnovate (Sol Sera, Tuscanio e Rubino). Nate dalla collaborazione progettuale tra Miyakawa Hideyuki e i figli, le nuove etichette raccontano visivamente l’azienda e la sua storia e sono state realizzate dallo scenografo Francesco Sala, Orso Miyakawa e Nicolò Miyakawa con tecnica mista.