Il capitano Lazzeretti premiato da Mattarella

Il 42enne ufficiale elicotterista ha avuto la medaglia al valore di Marina Fu tra i protagonisti del salvataggio di 400 persone sul Norman Atlantic in fiamme

CAMPIGLIA. In occasione della Festa della Marina militare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha consegnato le medaglie al valore concesse agli equipaggi che, nel dicembre 2014, hanno preso parte all’eroico salvataggio dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio del traghetto "Norman Atlantic”, che prese fuoco a largo delle coste pugliesi.

E’ stata la più grande operazione di salvataggio mai condotta nel Mediterraneo con elicotteri (principalmente EH101, AW139 e NH90), ha sottolineato il capo dello Stato ricordandone le proibitive condizioni meteo e ambientali.

Un’impresa decisiva e difficile, in cui hanno collaborato la Marina militare, il corpo delle Capitanerie di porto e l’Aeronautica militare, portando in salvo oltre 400 persone imprigionate da lingue di fuoco e fumo.

In quelle drammatiche ore, tra questi uomini coraggiosi, anche il capitano di corvetta Paolo Lazzeretti, campigliese, non ha esitato a rischiare la sua vita per liberare i passeggeri. Lo abbiamo raccontato lo scorso anno su queste pagine: comandante di elicottero, nei concitati soccorsi, ha recuperato i naufraghi e portato via il comandante della Norman Atlantic, ultimo ad abbandonare la nave in fiamme. E per la professionalità e la tenacia dimostrate, con decreto presidenziale gli è stata riconosciuta la medaglia d’argento al valore di Marina. Questa la motivazione: «Ufficiale capo equipaggio di elicottero, veniva chiamato a operare a seguito di una richiesta di soccorso proveniente dalla motonave italiana Norman Atlantic, coinvolta da un violento incendio a bordo e alla deriva nel Canale d'Otranto. Nonostante le avverse condizioni meteorologiche e marine e il denso fumo che avvolgeva l’imbarcazione, con prontezza e tempestività si dirigeva sul luogo dell’evento, raggiunto il quale, animato da ammirevole coraggio e noncurante dei rischi correlati all’intervento, non esitava a dare corso a una complessa e prolungata operazione di recupero dei passeggeri e del personale di bordo, traendoli in salvo e trasbordandoli su un’altra unità navale della Marina militare. Dimostrando nel corso di tutta l’operazione altissima professionalità ed eccezionale padronanza del mezzo, nonché brillante capacità operativa e decisionale, dava lustro all’Aviazione navale, alla Forza armata e al Paese».

Lazzeretti, nato a Campiglia il 24 ottobre 1974, nel frattempo è stato promosso a capitano di fregata. Giovedì ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dalle mani del presidente Mattarella, che ha premiato tutto il gruppo di militari che ha preso parte all’impresa. Lo scorso mese di marzo, proprio gli equipaggi eroici dei tre corpi protagonisti, Marina militare, Capitanerie di porto e Aeronautica militare, hanno ricevuto il premio Sikorsky humanitarian service award, dedicato ogni anno alla migliore missione di soccorso effettuato da operatori di piattaforme elicotteristiche, provenienti da tutto il mondo.

La candidatura era stata avanzata da Leonardo-Finmeccanica, principale fornitore dei mezzi utilizzati (ovvero AW101, AW139 e partner del consorzio produttore dell’NH90), che già nel 2015 erano stati protagonisti del Sikorsky award per le operazioni di ricerca e soccorso dell’aeronautica portoghese in Atlantico con i suoi AW101.

Annalisa Mastellone