Rifiuti, Barsotti: «L’amianto va messo in sicurezza»

PIOMBINO. Il capogruppo del Pd, Rinaldo Barsotti, interviene sul progetto della discarica e il dibattito che si è tenuto a Piombino. «Ho letto con attenzione il resoconto dell'iniziativa organizzata...

PIOMBINO. Il capogruppo del Pd, Rinaldo Barsotti, interviene sul progetto della discarica e il dibattito che si è tenuto a Piombino.

«Ho letto con attenzione il resoconto dell'iniziativa organizzata da varie associazioni e cittadini al Centro Giovani sabato 28 maggio. Va detto che ci sono stati anche interventi non proprio allineati con lo spirito dell'iniziativa (modestamente compreso il mio come esponente politico del Partito democratico) ma soprattutto del sindaco di Piombino Giuliani e dell'assessore Chiarei i quali nei tempi limitati del dibattito hanno tratteggiato in modo preciso e competente la situazione presente e le prospettive legate alle bonifiche del territorio industriale».

«Giuliani e Chiarei Hanno rassicurato, in modo documentato e puntuale, sull'impegno dell'Amministrazione in questa complessa fase di recupero delle aree industriali dismesse e soprattutto sulla volontà di portare avanti in modo scientificamente collaudato e sicuro l'imponente azione di bonifica».

«Personalmente tra altre osservazioni, ho ribadito il concetto che occorra eliminare ogni pericolo di inquinamento soprattutto da amianto tanto nocivo per l'uomo come abbiamo visto nel corso della storia industriale, rilevando che d'ora in poi si parla di bonifica e messa in sicurezza ed è strano che proprio in questa fase ove occorre uno spirito unitario si tenti di aprire brecce ed alzare steccati quando sin'ora con l'amianto sparso ovunque non vi siano state altrettante levate di scudo».

«Ma altri interventi molto più competenti del sottoscritto hanno portato il loro contributo di chiarezza oltreché di competenza a partire dal presidente di Rimateria Valerio Caramassi, del rappresentante dei sindacati che unitariamente si sono tanto spesi nella vicenda Aferpi»,