E' morto il pittore Giancarlo Castelvecchi

Un'immagine d'epoca di Giancarlo Castelvecchi (Da mucchioselvaggio.org)

Aveva 83 anni, per tutta la vita ha dipinto l’Elba sapendone catturare la bellezza

PORTOFERRAIO. L’isola d’Elba piange uno dei suoi pittori più talentuosi. È morto nel pomeriggio di giovedì 7 nella sua casa di Portoferraio, all’età di 83 anni, Giancarlo Castelvecchi. Portoferraiese, è stato docente di educazione artistica per generazioni di elbani, alla scuola Pascoli e al liceo Foresi. Ma la vita di Giancarlo Castelvecchi è stata legata fin dal suo principio all’arte e alla pittura.

L’elbano ha esposto le sue prime opere quando aveva solo 13 anni. Da quel momento è iniziato un amore durato settant’anni con la pittura e con l’Elba, il soggetto di gran parte delle sue opere. L’arte di Castelvecchi, che per caratteristiche si avvicina ai tratti dei macchiaioli italiani, ha saputo catturare l’armonia e l’atmosfera di un’isola che appare spesso sconosciuta.

Un quadro di Castelvecchi

Il pittore portoferraiese è stato uno degli esponenti del Gae (Gruppo artisti elbani). La sua vita è stata caratterizzata per l’impegno, soprattutto nel campo culturale. Per anni è stato presidente del Premio letterario  Isola d’Elba. Carattere riservato, Castelvecchi era un personaggio noto in tutta l’Elba e stimato per le sue qualità artistiche e umane.

Negli anni Sessanta, nelle fila della Dc, ha ricoperto vari ruoli nell’amministrazione portoferraiese. Ma, come detto, l’arte è sempre stata al primo posto, anche negli ultimi anni della sua vita. Nel 2013, dopo alcuni anni di assenza, Castelvecchi tornò ad esporre i suoi quadri nella sua città, alla sala della Gran Guardia di Portoferraio,  e a Marciana Marina. Negli ultimi tempi, purtroppo, le condizioni di salute del pittore sono progressivamente peggiorate. Il funerale di Giancarlo Castelvecchi si svolgerà sabato 9 alle 10,30 nel Duomo di Portoferraio.