La chiesa del carcere è ko, il direttore scrive al Papa

L’accorato appello di Francesco d’Anselmo: «Da dieci anni si attende il restauro I detenuti vivono miseramente, hanno bisogno di un luogo dove poter pregare»