«Così si depotenzia il nostro ospedale»