Adesivi dei “no vax” al parchino «Uno spregio a chi ha sofferto»

Denuncia delLa sindaca di massa e Cozzile  

Traversagna. Le panchine, le attrezzature ludiche e anche una cabina telefonica del giardino pubblico di Traversagna sono state tappezzate da adesivi “no vax”. Il gesto, avvenuto presumibilmente tra la notte di sabato e domenica, si collega idealmente con quanto è avvenuto la notte precedente al nuovo hub vaccinale dell’ippodromo Sesana di Montecatini, imbrattato con scritte f che invitavano alla disobbedienza vaccinale.

«Chi ha voluto sfregiare il nostro giardino con quegli adesivi – ha detto la sindaca di Massa e Cozzile, Marzia Niccoli – ha mancato totalmente di rispetto verso coloro che si sono trovati coinvolti in questa terribile pandemia. Mi riferisco in primo luogo a chi si è ammalato davvero, ma anche ai medici, ai sanitari e ai tanti volontari dell’associazionismo che si sono spesi tantissimo per aiutare gli altri».


«Questi adesivi – prosegue – sono stati immediatamente rimossi e io ho provveduto immediatamente ad avvertire sia i carabinieri che la polizia su quanto è accaduto».

L’amarezza di Marzia Niccoli diventa ancora più grande via via che si espande la sua analisi su questo episodio. «Il Covid – sostiene- ha turbato il nostro modo di vita, ha minato le nostre relazioni sociali e persino familiari. Inoltre, a livello economico, ha sconvolto l’esistenza di tantissime realtà commerciali, che ancora non riescono a riprendersi da una situazione così delicata».

«Nel 2022 – conclude Marzia Niccoli – è amaro constatare che si siano persone che fingono di non vedere l’evidenza scientifica, che attesta che la vaccinazione è l’unica arma che abbiamo per combattere questo virus. Da parte di molti manca assolutamente sia l’umiltà che il rispetto nell’affrontare una situazione del genere».