La Prociv si allarga e apre a Margine Coperta

C’era bisogno di un altro capannone per immagazzinare i generi alimentari destinati a oltre 200 famiglie in tutta la provincia

Simona Peselli

MARGINE COPERTA. La Prociv Arci di Chiesina Uzzanese ha aperto una nuova sede anche a Margine Coperta. Fondata a novembre del 2012, attualmente assiste duecento famiglie, ma non solo. Ha anche compiti di protezione civile e antincendio boschivo.


Troppe persone in difficoltà anche per riuscire a fare la spesa. C’è chi ha perso il lavoro, chi non ha avuto le spalle abbastanza larghe per riuscire a resistere e ha dovuto chiudere la propria attività ritrovandosi senza nulla. Chi si è fatto vincere dalla malinconia del “perdente” e non ce la fa a reagire. Chi si vergogna di fare la fila davanti alla Caritas oppure è troppo “orgoglioso” per varcare la porta dell’assistente sociale. Sono quelli che all’improvviso sono diventati gli ultimi, gli invisibili, e che Ivano Lucchesi non ha mai smesso di aiutare come ha potuto. Già presenti a Chiesina Uzzanese con un capannone, la Prociv ha voluto ampliarsi e a partire da inizio pandemia e si è impegnata nell’assistenza alle famiglie in difficoltà, specializzandosi nella raccolta e nella distribuzione alimentare.

«Agli inizi si è trattato di una operazione a livello locale – racconta il presidente Ivano Lucchesi – ma nel tempo si è evoluta in dimensione ed estensione territoriale, tanto che al momento attuale stiamo aiutando 200 famiglie sparse su tutto il territorio della provincia di Pistoia. Portiamo generi alimentari di prima necessità a diverse mense e case famiglia e altre associazioni di volontariato attive nel sostegno della popolazione.

La necessità di ampliare la struttura. «Proprio a causa dell’incremento del numero degli assistiti e degli sforzi fatti per aumentare la quantità di generi alimentari raccolti – aggiunge Lucchesi – ci siamo trovati nella necessità di aprire un nuovo punto di raccolta e distribuzione. Abbiamo affittato un capannone nel comune di Mazza e Cozzile in via Giuseppe Mazzini 26. Qui è nato Il nuovo Centro alimentare solidale».

Operativo dal primo gennaio 2022. «Le persone possono, con appuntamento, venire direttamente da noi a ritirare il pacco – chiarisce Lucchesi – . Ma vogliamo ricordare che il materiale in giacenza è a disposizione anche di tutte le amministrazioni comunali della provincia di Pistoia che ne faranno richiesta. Questo vale anche per le associazioni di volontariato che abbiano i requisiti di legge e che si accreditino al Centro alimentare solidale».

I volontari non sono mai abbastanza quando c’è da provvedere a tanti bisognosi. «Se qualcuno è interessato a sostenere in qualsiasi forma l’opera della nostra associazione – afferma Lucchesi – o vuole iscriversi come volontario può presentarsi direttamente al centro alimentare solidale, o contattarmi direttamente tramite email: protezionecivilechiesinauzzanese@hotmail.it.».