Brevetto Verinlegno con colori più “green” grazie alle essenze

Le finiture presentate al Sicam sono le prime al mondo con un filtro Uv di provenienza esclusivamente vegetale

Massa e Cozzile. Verinlegno spa ha brevettato con il “Patent Cooperation Treaty” l’utilizzo di essenze naturali e antiossidanti nella formulazione di vernici per gli infissi. La licenza, frutto di tre anni di studio, presentata nell’ambito dell’ultima edizione del Sicam, ha validità in Europa e in Canada.

Le finiture Hydro Ecomat Larice e Hydro Ecomat Mogano sono le prime al mondo ad integrare un filtro Uv basato esclusivamente su estratti provenienti dalle piante, senza alcun ricorso a molecole di sintesi. Questi composti mantengono e migliorano gli standard protettivi più alti offerti nel mercato dalle vernici dedicate ai serramenti.


Lo scorrere del tempo comporta variazioni chimiche che si manifestano in perdita di brillantezza, ingiallimento o alterazioni del colore, sfarinamento, comparsa di fratture nel film protettivo seguite da danni al supporto ligneo. Per rallentare il degrado si utilizzano additivi antiossidanti. I più in uso sono di due tipi: quelli “preventivi” inibiscono la formazione dei “radicali liberi” generati dai raggi UV, che sono i principali responsabili del deteriorarsi della vernice e dell’infisso che essa protegge. Gli “interruttori di catena” agiscono invece bloccando i radicali già formati. La durata nel tempo dello scudo dipende dalla concentrazione degli antiossidanti nella vernice, ma è impossibile superarne determinati valori, per motivi di formulazione.

I composti creati dal laboratorio Verinlegno in collaborazione con il Cnr di Sassari e la super-visione del professor Mauro Marchetti, grazie alla loro struttura brevettata, garantiscono una maggior durata e una più lunga persistenza del colore: vengono “sacrificati” in tempi molto più lunghi. La loro capacità di neutralizzare l’effetto visibile dei raggi UV e di cattura dei radicali liberi può essere fino a 5 volte superiore agli standard di mercato.

Le nuove formulazioni sono un esempio tangibile di come una sia pur piccola realtà aziendale, ma d’eccellenza, possa muoversi concretamente verso la “transizione ecologica”.