Aperitivi letterari al caffè con la libreria del Pasquini

Massa e Cozzile. Alunni e docenti dell’istituto “Pasquini” promotori della lettura per la consueta ed amata iniziativa nazionale di #ioleggoperché, saranno protagonisti ancora una volta di una serie di iniziative per la promozione della lettura. La scuola di Margine Coperta, diretta da Rache Pirozzi, ha una biblioteca scolastica con 5.500 libri, che è entrata a far parte della rete Redop, la rete bibliotecaria della provincia. Anima del progetto, il docente Giacomo Bartoletti. “Chi ben comincia è a metà dell’opera”, dice il proverbio e quindi, prima dell’inizio delle giornate in libreria per il progetto #ioleggoperché, l’istituto ha organizzato due aperitivi letterari al Caffè New York di Montecatini, in collaborazione con l’istituto alberghiero Martini.

Il primo il 19 novembre scorso, riservato a tutte le classi prime e seconde. Il secondo, il 24 novembre, dedicato agli studenti delle classi terze e agli ex alunni. Le iniziative avevano come scopo proprio quello di sostenere il progetto attraverso una raccolta di fondi. Alla seconda serata sono state registrate oltre 100 adesioni.


«Una vera emozione – hanno commentato i docenti – finalmente in presenza».

Si legge su un post della pagina Facebook dell’Istituto Pasquini: «La scuola deve continuare fuori dalla classe, la scuola ha bisogno delle collaborazioni più diverse perché istruire ed educare ragazze e ragazzi non basta, se non si innescano processi di trasformazione della città. Perché ci sono quartieri in cui la scuola è l’unica piazza, altre non ce ne sono. Beh, almeno un’altra piazza c’è quasi dappertutto: la biblioteca. In un passaggio epocale in cui le piazze si stanno riducendo tutte a luoghi virtuali, dominati da social network e piattaforme, dobbiamo investire nelle biblioteche, perché diventino le nuove piazze del sapere: infrastrutture fisiche, sociali e cognitive».