Contenuto riservato agli abbonati

Montecatini, giovane accoltellato in centro all’ora dello shopping

L’ambulanza durante l’intervento di ieri per l’accoltellamento

MONTECATINI. Accoltellamento nel primo pomeriggio di ieri – una domenica ormai di shopping in vista di Black Friday e Natale – in centro a Montecatini. Solo per miracolo come si dice “non c'è scappato il morto”. Resta tanta paura fra i passanti e i negozianti che hanno assistito alla scena. Talmente spaventati che quelli che sono stati testimoni non vogliono essere né citati né fotografati.

Un coltello lungo, di quelli che si usano in cucina per affettare il salame e il prosciutto. Un uomo non giovanissimo e un ragazzo probabilmente straniero. Erano poco più delle due e mezzo del pomeriggio quando in piazza XX Settembre a due passi dalla centralissima piazza del Popolo si è verificato un episodio che per poco non si è trasformato in una tragedia. Fra la gente che parcheggiava per raggiungere le vie dello shopping per lo struscio della domenica pomeriggio. Genitori e bambini pronti a raggiungere a piedi la Baita di babbo Natale e coppiette a passeggio si è svolta l'ennesima scena da film western della settimana. Un uomo che con il coltellaccio ha ripetutamente colpito su una spalla il giovane che fortunatamente è riuscito prima a schivare i colpi e poi muovendosi agilmente ad evitare che la lama si conficcasse in profondità causandogli ferite gravi o addirittura mortali.


Solo per caso e anche per capacità dell'aggredito a salvarsi la pelle non ci troviamo davanti a una tragedia. Anzi l'uomo quando ha visto che non riusciva a completare il suo atto delinquenziale ha deliberatamente gettato, con l'intenzione di nasconderlo, il coltello sotto un’auto e poi si è allontanato dal luogo facendo perdere le tracce.

Alcuni negozianti spaventati, che avevano assistito alla scena dalle loro vetrine, si sono chiusi dentro e contemporaneamente hanno allertato le forze dell'ordine e l'ambulanza. Il giovane aveva soltanto alcune ferite di striscio e quindi ha rifiutato il trasporto in ospedale.

Sul posto le forze dell'ordine hanno cominciato ad indagare per capire la dinamica dell'episodio e soprattutto rintracciare l'uomo che ha abbandonato l'arma sotto un'auto. Fondamentale sarà il racconto della vittima che dovrà spiegare i motivi della colluttazione.

La città ancora è sconcertata per il doppio episodio di giovedì quando un cittadino georgiano ha prima sfondato, a calci e aiutandosi con cocci di un vaso, la vetrina del negozio di calzature Harris e poi a qualche metro di distanza quella della Boutique Gucci (proprio nel giorno del funerale del patron di Bonvicini). Tutto questo per rubare circa 600 euro in contanti , scena accaduta non di notte, ma davanti a decine di testimoni, alle due e trenta del pomeriggio.

Ora molti cittadini chiedono a gran voce e sui social più vigilanza nelle zone centrali, quelle che dovrebbero essere le più sicure. Nasce la necessità soprattutto in questo periodo prefestivo di pattuglie a scopo preventivo per scongiurare furti, rapine e atti di violenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA