Montecatini, Baita di Babbo Natale in funzione alla Salute: spruzzi di neve e un’atmosfera da fiaba

Soddisfatto del risultato l’ideatore dell’iniziativa Paolo Grossi: «Siamo convinti che tutti se ne andranno via felici»

MONTECATIN. Fra spruzzi di neve artificiale e musichette natalizie da cinepanettone è stata inaugurata, allo stabilimento termale La Salute, la Baita di Babbo Natale. Paolo Grossi, esperto manager di eventi con il suo marchio “Paolo e il suo sax2, ha fatto davvero le cose in grande. È riuscito infatti a creare un percorso da fiaba in un angolo di città sconosciuto ai più e che, dopo quest’evento, non potrà tornare nel dimenticatoio. Il prezzo del biglietto (12 euro per tutti, ad eccezione dei bambini sotto i 2 anni e dei disabili che entreranno gratis) consente di visitare un gran numero di sale dense di attrazioni, ove i bambini potranno interagire con giochi e attrazioni tipicamente natalizie. L’orario di apertura spazierà dalle 9 alle 20, con il lunedì giorno di chiusura.

In occasione del ponte dell’Immacolata, saranno previsti pacchetti speciali per i visitatori, che potranno visitare questa casa da sogno almeno fino al 1° di gennaio, anche se si sta già pensando di far. . . slittare la chiusura all’Epifania.


La porta di accesso è quella dello storico stabilimento. Varcando quella soglia, si entra in un’atmosfera onirica. Dopo aver superato il semaforo della verità, che segnala con il verde i bambini buoni e con il rosso quelli che lo diventeranno, si accede alla sala delle “cabine delle urla”, all’interno delle quali i decibel dei piccoli ospiti possono espandersi liberamente. La vicina sala delle renne, con la slitta di Babbo Natale in rampa di lancio, proietta grandi e piccini in un’atmosfera hollywoodiana, ove il confine fra realtà e fantasia è davvero labile. Proseguendo fra le sale della baita, incontriamo la macchina per costruire i giocattoli, l’area di spedizione dei pacchi e la sala del ghiaccio, dove gli igloo e una gelida atmosfera danno veramente l’impressione di trovarsi al Polo Nord. La creatività dei più piccoli potrà infine trovare libero sfogo nel laboratorio di Elfolandia, dove non mancheranno matite, pennarelli e ogni altro oggetto che serva ai più piccoli per rappresentare i loro voli di fantasia. Per grandi e per piccini, funzionerà un bar un servizio di street food.

«Crediamo moltissimo in questa iniziativa – afferma Paolo Grossi – in quanto tutti hanno una gran voglia di tornare a far festa. Siamo poi fieri di aver scelto lo stabilimento della Salute come location: la disposizione dei suoi spazi e la raffinatezza delle sue strutture sono davvero un valore aggiunto. Già abbiamo molte prenotazioni, soprattutto da Liguria, Emilia Romagna, Lazio e Campania. Siamo certi che tutti andranno via felici».

Sprizza poi fiducia da tutti i pori il sindaco di Montecatini, Luca Baroncini: «Questa ripartenza in chiave natalizia ci darà una spinta per rinascere. Finalmente, in fondo al tunnel, si intravede la luce di Natale a illuminare il futuro».

Un invito a essere tutti “babbi Natale della solidarietà” lo lancia infine Arnaldo Pieri, presidente dell’Asvalt. All’interno della Baita c’è un piccolo stand dell’associazione che si occupa della cura dei malati di tumore, ove sarà possibile lasciare un’offerta.