Traffico illecito di anabolizzanti per sportivi e palestre: denunciato 28enne 

Larciano, nella casa dell'uomo i carabinieri hanno trovato confezioni di medicinali. Il cittadino olandese, che era già ai domiciliari, è stato denunciato per ricettazione

Larciano. Credevano di trovarsi di fronte a un piccolo giro di spaccio. Che, come non di rado accade, quel giovane agli arresti domiciliari, non potendo uscire di casa per vendere le dosi in qualche piazza o qualche parco pubblico, avesse iniziato a ricevere i propri clienti a domicilio. Per questo, quando è arrivata loro la voce dello strano via vai di persone che in quell’appartamento non avrebbero potuto mettere piede, i carabinieri si sono presentati alla porta del 28enne cittadino olandese per contestargli la violazione degli obblighi impostigli dal giudice, quelli di non poter incontrare e comunicare con persone diverse da quelle del su nucleo familiare. Ma nell’appartamento non hanno trovato della droga, bensì le prove di un traffico illecito di farmaci a base di testosterone e di anabolizzanti. Probabilmente destinati a sportivi o palestre, come in passato accaduto anche nella nostra provincia.

Sono stati i carabinieri della locale stazione dell’Arma a scoprire nell’appartamento di Larciano in cui abita il cittadino di origini olandesi diverse confezioni di medicinali illegali, prive del marchio del servizio sanitario nazionale, e per questo indubbiamente provenienti dall’estero. Inoltre hanno trovato circa 3.500 euro, probabilmente provento del traffico illecito. Altri 10mila euro invece, racchiusi in una busta di cellophane, li hanno trovati nelle tasche della persona che, al momento del controllo, si trovava in casa dell’arrestato, un 45enne residente a Montecatini.


Il sospetto è che l’uomo possa essere il fornitore oppure un complice del giovane olandese. I ruoli dei due potranno essere stabiliti solo al termine dell’inchiesta aperta dalla procura grazie alla scoperta tutto sommato casuale di farmaci illegali. Così come la provenienza di questi e la loro destinazione di è ancora tutta da accertare. Non è escluso che siano stati acquistati attraverso una delle cosiddette farmacie on line attive sul web.

Per il momento, i carabinieri di Larciano hanno deferito il 28enne alla procura della Repubblica di Pistoia per il reato di ricettazione (per essere stato trovato in possesso di merce di provenienza illecita) e il 45enne montecatinese per favoreggiamento. Naturalmente, farmaci e denaro sono stati sequestrati.

Come detto, i militari dell’Arma hanno effettuato il controllo nell’appartamento del giovane olandese dopo aver avuto conferma delle voci di un via vai illecito di persone: appostati nei pressi del portone d’ingresso, hanno visto con i loro occhi il 45enne montecatinese entrare all’interno, violando le prescrizioni disposte dal giudice delle indagini preliminari nell’ordinanza cautelare di arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA