Contenuto riservato agli abbonati

In Valdinievole dai rubinetti delle case esce acqua viola

Lo "strano caso" ha riguardato parecchie abitazioni. Ecco quale potrebbe essere la causa

VALDINIIEVOLE. A Venezia la gente da sempre convive col fenomeno dell’acqua, alta mentre sull’isolotto di Mont St. Michel i 47 abitanti regolano la loro esistenza, e soprattutto gli spostamenti, adeguandosi al fenomeno della bassa marea. L’acqua, imprescindibile elemento vitale, recita un ruolo fondamentale nei complesso quotidiano del pianeta. Ragion per cui, restando a problemi di natura idrica, ieri una bella fetta della Valdinievole ha vissuto con comprensibile apprensione un episodio all’apparenza inquietante, come avvenne in Canada alcun anni orsono. Aprendo i rubinetti della propria abitazione i residenti della regione di Alberta videro uscire dalle tubature acqua dal color rosa acceso. Ci fu chi pensò a un’invasione aliena, chi alla fuoriuscita di un elemento tossico. Fatto sta che tutti si guardarono bene dall’usare o toccare quel liquido, ritenendolo tossico. Le autorità comunque fecero subito chiarezza spiegando che il problema era opera di un prodotto chimico. Si trattava del permanganato di potassio, assolutamente innocuo per la salute umana. Una valvola non fece il suo dovere e per tale ragione la concentrazione eccessiva della sostanza all’interno del serbatoio d’acqua pubblica produsse tale effetto cromatico.

Nel caso nostrano la spiegazione dell’arcano è arrivata nel tardo pomeriggio tramite il comunicato di Acque Spa nel quale si leggeva che “a causa di un guasto alla centrale idrica del Pollino, peraltro riparato in tempi brevi, si stavano verificando presso alcune utenze nei comuni di Uzzano, Buggiano, Pieve a Nievole e Massa e Cozzile alcuni leggeri fenomeni di colorazione dell’acqua distribuita”.


“Tale colorazione – proseguiva il documento – era causata dalla presenza di composti del manganese normalmente utilizzati nel processo di potabilizzazione dell’acqua e che, quale conseguenza dell’intervento per riparare il guasto, erano presenti in concentrazione più alta rispetto al consueto. Un fenomeno che comunque non va a pregiudicare la potabilità dell’acqua, ed è in progressiva attenuazione. Dovrebbe cessare del tutto, entro la fine della Serata”. Quindi Acque Spa ha indicato il numero verde 800 983389, per chi volesse maggiori e delucidazioni. Oltre ai comuni citati nel comunicato, a onor del vero sono pervenute al nostro giornale anche segnalazioni dal territorio di Monsummano e di Ponte Buggianese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA