Operato al femore a 103 anni, il giorno dopo riesce già a camminare

Pescia: riuscito l’intervento di “inchiodamento endomidollare” eseguito dall’èquipe del dottor Giovanni Zaccherotti

PESCIA. Incredibile ma vero. All’ospedale Cosma e Damiano un paziente di ben 103 anni, portati in maniera veramente splendida, che cadendo si è procurato la frattura del femore sinistro è stato operato alla sera e l’indomani mattina già camminava. Oltre all’indubbia fibra di questa persona di altri tempi, il favorevole esito sanitario porta la firma del reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale pesciatino, diretto dal dottor Giovanni Zaccherotti e per la parte infermieristica coordinato da Renza Nelli.

«Si trattava della frattura tipica dell’anziano – spiega il dottor Zaccheroni – e il paziente è stato operato con una metodica che ormai è in uso da tempo: l’inchiodamento endomidollare. Questa tecnica, definita gold standard, prevede un accesso chirurgico veramente mininvasivo: ciò comporta un minimo insulto chirurgico e la ridotta aggressività permette il recupero della funzione in tempi rapidi e quindi l’autonomia del paziente. L’intervento è durato trenta minuti e questa è un’altra caratteristica a vantaggio del paziente».


La dottoressa Sara Melani, direttrice sanitaria del presidio, ha poi aggiunto: «Alla professionalità del personale medico e infermieristico che ha curato in maniera esemplare il delicato paziente va certamente considerato lo spirito indomabile e l’invidiabile stato di salute dell’ultracentenario, su cui hanno contato i sanitari decidendo quindi di affidarlo subito alle amorevoli cure dei nostri fisioterapisti. Così il mattino successivo all’intervento, hanno attivato il percorso per il recupero funzionale e la deambulazione assistita».

L’ultracentenario, che abita a Monsummano, è dunque in piedi, grazie ai fisioterapisti diretti dalla dottoressa Sandra Moretti, e cammina già nelle corsie del reparto ortopedico pesciatino. All’èquipe chirurgica e fisioterapica dell’ospedale di Pescia sono arrivati anche i complimenti dei dipartimenti delle specialistiche chirurgiche diretto da Stefano Michelagnoli e di Medicina fisica e riabilitativa diretto da Bruna Lombardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA