Contenuto riservato agli abbonati

Addio a Pier Luigi Gentili, commercialista e amministratore delle Terme negli anni ’90

È stato presidente dell’Ordine pistoiese e consigliere della Fondazione Caript. L’ex sindaco Vannini: splendida persona

MONTECATINI. Competente, discreto, gentile. Sembrano questi gli aggettivi ricorrenti parlando con le persone che ricordano Pier Luigi Gentili, morto mercoledì a 84 anni nella sua casa nel comune di Buggiano.

Montecatinese doc, commercialista tra i più noti e affermati della provincia, Gentili era una persona conosciutissima, profondamente legata alla città. Non per nulla era stato amministratore delle Terme negli anni Novanta. A sceglierlo fu la giunta guidata da Carlo Vannini, che non usa mezzi termini: «Una persona splendida, che accompagnava discrezione e gentilezza con una professionalità eccellente. La sua amministrazione fu saggia e lungimirante, e conteneva alcuni dei progetti che riguardano ancora oggi la Montecatini del futuro, perché aveva una visione per la città».


Direttore generale della società Terme in quegli anni era Pier Francesco Bernacchi, che conferma: «Al di là dell’apprezzamento per la persona e le sue competenze tecniche, a cominciare dai bilanci, è stato probabilmente l’ultimo presidente che ha mantenuto il livello di gestione che ha fatto grande Montecatini». Moreno Mencarelli in quel periodo era assessore alle attività produttive e servizi sociali e sintetizza: «Gentili era una persona squisita, un vero galantuomo che voleva bene alla città. Ogni volta che ci ho parlato, anche in tempi più recenti, traspariva il grande amore per il posto in cui era cresciuto».

Apprezzamento e stima andavano oltre i confini cittadini: Gentili è stato presidente dei ragionieri commercialisti di Pistoia, consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e consulente del tribunale. Il presidente dell’Ordine provinciale dei commercialisti, Angelo Vaccaro, raggiunto dalla notizia della morte, commenta con una nota scritta: «La scomparsa di Pier Luigi Gentili crea grande tristezza per tutti coloro che l’hanno conosciuto e stimato; fra questi molti colleghi pistoiesi. Va ricordato che è stato presidente del collegio dei ragionieri commercialisti, svolgendo per decenni attività istituzionale ai massimi livelli, affiancandola alla sua efficace competenza tecnica a servizio della comunità locale. L’esempio che ci lascia presenta tutti i connotati positivi che si possono scoprire e coltivare in una vita professionale: serietà, dedizione, collaborazione, oltre a una esistenza di relazioni da tutti apprezzata. Anche a nome di tutti i componenti del consiglio dell’Ordine di Pistoia, esprimo sentite condoglianze a tutti i famigliari».

Molte le aziende della zona che si erano affidate a lui, negli anni Novanta era stato il referente della società Monaco, che acquistò il Kursaal e che costruì la parte nuova del complesso progettata da Aldo Rossi, architetto tra i più importanti del secolo scorso. Non si contano i montecatinesi che si sono affacciati al suo studio, in via Garibaldi, a pochi passi da piazza 20 settembre e dalla pasticceria Giovannini, dove quando era possibile si concedeva un caffè o un aperitivo.

Persona a cui piaceva stare in compagnia, era tifoso della pallacanestro cittadina, fin dai tempi dello Sporting Club. Nato a Montecatini l’8 aprile 1937 e da tempo sofferente, lascia la moglie Patrizia, i figli Andrea e Anna, i nipoti e tanti amici che sono rimasti scossi e addolorati dalla notizia della morte del loro caro “Gigi”. Il funerale si terrà oggi, nella basilica di Santa Maria Assunta a Montecatini, alle 16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA