Una società con sede a Londra in corsa per le Terme di Montecatini

Delle tre manifestazioni di interesse ad acquistare le azioni arrivate in direzione, due sono state scartate per "documentazione non conforme"

MONTECATINI.  E' una società che ha sede legale a Londra e con il core business in tasse e finanza, la International Tax Advisor Limited, l'unico soggetto che ha soddisfatto i requisiti richiesti dal bando pubblicato dalle Terme di Montecatini con l'obiettivo di cedere la maggioranza delle proprie azioni, oggi in mano a Regione Toscana e Comune di Montecatini Terme.

Non ammesse altre due proposte a causa, come spiega l'amministratore unico della società Alessandro Michelotti, di una "documentazione non conforme". La procedura entra ora in una seconda fase, che culminerà con la presentazione di una formale offerta d'acquisto, da consegnare entro l'11 novembre da parte dei potenziali acquirenti.

La International Tax Advisor Limited ha uffici anche in Texas e a Hong Kong, conta investimenti in diversi campi dell'economia internazional, e vanta un capitale sociale da 500 milioni di sterline. "L'esito di questa prima fase della procedura - spiega il sindaco Luca Baroncini - dimostra che il percorso intrapreso e condiviso con la Regione Toscana poteva effettivamente sfociare in una manifestazione d'interesse. Ora manteniamo il nostro ottimismo, ma anche una necessaria cautela".

Alessandrio Michelotti, amministratore unico delle Terme di Montecatini