Contenuto riservato agli abbonati

Un’area di sosta dedicata ai bus turistici: la proposta Apam non dispiace al Comune

Montecatini, secondo gli albergatori lo spazio potrebbe essere individuato accanto al Palaterme recuperando parcheggi dall’Esselunga

Montecatini. Un parcheggio in zona Palaterme dedicato all’accoglienza dei bus turistici, dotato di servizi adeguati e videosorveglianza, con l’obiettivo di non cedere fette di mercato in questo importante segmento economico cittadino. E’ quanto ha chiesto Federalberghi Apam (presenti il presidente Carlo Bartolini e il direttore Massimo Giusfredi) nel corso di un incontro avuto con l’assessore al turismo (e vicesindaco) Francesca Greco e con l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Sartoni. Quella di uno spazio da riservare ai mezzi che trasportano le comitive di turisti in arrivo in città è una vicenda annosa per Montecatini, ma che ci auguriamo potrebbe finalmente risolversi positivamente. «Da molto tempo – dice Bartolini – gli operatori e le agenzie turistiche che intermediano gruppi di alto livello, ci chiedono una maggiore attenzione verso i bus accolti in città, ovvero più sicurezza e servizi essenziali. Si tratta, d’altronde, di un importante segmento turistico che dovrebbe essere supportato a beneficio dell’economia del territorio, senza contare che – a pieno regime – i bus portano, grazie ai ticket, risorse pari a 4-500mila euro all’anno nelle casse pubbliche».

Ma l’associazione non si è limitata a indicare le priorità d’intervento, ha anche proposto – dopo apposite verifiche e sopralluoghi – l’area nella quale ricavare gli stalli. Si tratta di una porzione del parcheggio a est del Palaterme, che avrebbe dalla sua diversi punti di forza. Innanzitutto si tratta di una zona di facile accessibilità (grazie anche agli interventi eseguiti in fase di realizzazione del nuovo punto vendita Esselunga), vicino al casello autostradale, fuori dal centro ma non troppo lontano da questo. I lavori di adeguamento necessari non sarebbero inoltre troppo onerosi, in quanto l’area è già adibita a parcheggio e i posti auto “persi” sarebbero eventualmente recuperati andando a utilizzare quelli pubblici presenti proprio all’interno del nuovo supermercato Esselunga (come è stato sottolineato anche dai due rappresentanti dell’amministrazione comunale). Infine, con opportuni interventi necessari per dotare la struttura di servizi accessori (bagni, punti acqua per lavare i mezzi, sbarre di ingresso, videosorveglianza e, in futuro, anche la possibilità di noleggiare bici o monopattini elettrici per la mobilità degli autisti), il nuovo parcheggio risulterebbe essere nettamente più funzionale rispetto a quello attuale di piazzale Leopoldo.


«Gli assessori Greco e Sartoni - si legge in una nota degli albergatori - hanno ascoltato le nostre esigenze, si sono detti molto interessati e prenderanno seriamente in esame le proposte, garantendo una risposta in tempi celeri». «Si tratterebbe – conclude Bartolini – di un intervento significativo anche da un punto di vista di appeal commerciale: gli operatori turistici sono molto sensibili ai cambiamenti che tendono a migliorare la qualità dell’accoglienza e questo, quindi, incrementerebbe la nostra potenzialità attrattiva soprattutto verso i bus operator di qualità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA