«Il centrosinistra copia la nostra idea di rinnovare la piazza»

LARCIANO. Quando mancano ormai solo 14 giorni al voto amministrativo, il clima politico a Larciano inizia a surriscaldarsi. È ancora il centrodestra a puntare l’indice nei confronti della coalizione di centrosinistra, accusata di aver ricopiato pari pari dal suo programma il progetto di rinnovamento totale dell’area di piazza Vittorio Veneto. Quindi, dopo aver esternato le difficoltà a tenere i suoi convegni nei circoli Arci, questa volta il centrodestra punta dritto sul programma elettorale, vantando la primogenitura dell’idea di rifare un nuovo look alla piazza principale del paese.

In un comunicato diffuso alla stampa, il centrodestra per Larciano si domanda “come mai, dopo tutti questi anni di governo, proprio adesso il centrosinistra si è sentito sensibilizzare da questo problema? Forse perché si è sentito sollecitato dal nostro programma oppure per carenza di idee?”.


Paolo Mazzei, il candidato sindaco del centrodestra, rincara addirittura la dose, accusando la giunta uscente del sindaco Lisa Amidei di aver trascurato del tutto l’arredo urbano della cittadina, cercando ora nella ristrutturazione della piazza un’occasione per rilanciare una campagna elettorale a corto di idee. «Un velo pietoso – continua Paolo Mazzei – voglio poi stendere riguardo alla cura e al mantenimento delle aiuole e degli spartitraffico lasciati alla più completa incuria. Comunque, se con il mio programma ho risvegliato le idee della sinistra, vuol proprio dire che ho colpito nel segno e che sto facendo una buona campagna elettorale».

Il tema della ristrutturazione di piazza Vittorio Veneto entra quindi prepotentemente nella campagna elettorale. La coalizione di centrosinistra (Pd, Italia Viva, Psi, Articolo Uno e Sinistra Italiana), il Pci e la coalizione di centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Cambiamo!) affronteranno questo tema in un incontro, promosso da Confcommercio, martedì 23 settembre alle 14 alla sala polivalente il Progresso in via Marconi 33. Ma il centrosinistra si sta muovendo d’anticipo, proponendo l’argomento durante i suoi dibattiti. Facendo così gridare allo scippo il centrodestra.

Giancarlo Fioretti

© RIPRODUZIONE RISERVATA