Contenuto riservato agli abbonati

A fine ottobre l’inaugurazione delle Panteraie con effetti speciali

Il coordinatore Boni rivela che si stanno montando gli arredi: «Pronti per portare nella piscina l’acqua termale Giulia»

MONTECATINI. L’apertura più attesa della stagione, quella delle nuove Panteraie, slitta di un mese. Era prevista per fine settembre, ma la data ufficiale è fissata per fine di ottobre.

E mentre c’è chi giura che sarà come entrare in un locale di Dubai, bello e prezioso e fatto senza badare a spese, il cantiere con gli operai, i tecnici e i supervisori non si ferma un attimo. Lo conferma Massimo Boni, il coordinatore del progetto che affianca in questa grandiosa impresa i fratelli Calugi, gli imprenditori che stanno investendo nel nuovo locale.


«I lavori alle Panteraie sono proseguiti per tutta l’estate – chiosa Boni– e tutt’ora il cantiere è in piena attività. Attualmente stanno montando i nuovi infissi esterni. Stanno completando le contro soffittature, le pavimentazioni interne, gli impianti e i servizi. Sono in corso anche i lavori di allestimento delle strutture intorno alla piscina ed è iniziato il montaggio degli arredi».

Anche nella zona discoteca sono in corso il montaggio dei controsoffitti e degli impianti luce e sonori. All’esterno è iniziata la sistemazione dell’ampio parcheggio e tra qualche giorno cominceranno i lavori della nuova asfaltatura della viabilità di accesso e di uscita dalle Panteraie. «È quasi completata la sistemazione del verde intorno al complesso ricreando il giardino realizzato inizialmente dall’architetto Porcinai – continua Boni – lo stesso che progettò anche il verde della pineta cittadina e degli stabilimenti termali».

L’apertura è programmata dunque per il 31 ottobre. «Sperando che ci autorizzino anche ad aprire la discoteca, viste le attuali restrizioni a causa del covid – aggiunge Boni –. Stiamo aspettando poi l’autorizzazione a prelevare l’acqua termale dalla fonte Giulia per la quale è in corso la predisposizione dell’impianto di pompaggio e relativa tubazione, che partendo dal pozzo alla Torretta raggiunge la piscina delle Panteraie già adeguata all’acqua di tipo termale».

È stato completato il grande centro benessere con impianti e servizi di ultima generazione che si sviluppano in parte al piano terra affacciandosi sulla piscina e in parte al piano seminterrato. Grande attesa anche per la parte del ristorante. «La cucina è in fase di allestimento con i nuove attrezzature per curare un servizio di alto livello – afferma Boni – che sarà guidato da chef stellati. Sarà completata con una zona sushi, una pizzeria napoletana, una hamburgheria che si affacceranno su una sala ristorante al primo piano con vista mozzafiato su Montecatini».

Le sorprese non mancheranno e altri effetti speciali sono riservati per il giorno dell’inaugurazione. «C’è una squadra di persone che sta lavorando con grande impegno, ben coordinata e guidata da due grandi imprenditori che sono i fratelli Calugi – continua Boni –. Proprio loro da subito si soni resi conto che la mia idea del rilancio delle Panteraie non solo avrebbe dato grandi soddisfazioni economiche, ma anche la gratitudine di tutta la città. Per aver ricreato, in un momento di grande crisi turistico termale, un centro attrattivo per gli ospiti di Montecatini e per i cittadini della Toscana».

Ma i fratelli Calugi hanno fatto di più. «Esiste una proposta alla società Terme – conferma Boni – oltre che per l’utilizzo della piscina con acqua termale, anche per la ristrutturazione e riorganizzazione del parco con percorso benessere adiacente al parco delle Panteraie. Oltre all’imbottigliamento e commercializzazione dei vari tipi di acqua termale, dei prodotti di bellezza tutti con la base delle acque e dei fanghi termali. Che in mano a imprenditori di successo come i fratelli Calugi potrebbero essere rilanciati in tutto il mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA