Contenuto riservato agli abbonati

Alle Terme Redi si insegna come prevenire le cadute

Un programma riservato non solo agli anziani, ma a tutti i pazienti che sono guariti dal Covid e che presentano mancanza di equilibrio

MONTECATINI. Imparare a non cadere, oppure ancora meglio a cadere senza danni letali. Alle Terme Redi di Montecatini Luca Barni, clinical riskmanager e consulente per l’accreditamento sanitario dei nuovi servizi termali, ma anche osteopata e fisioterapista presenta il nuovo programma. Riservato non soltanto agli anziani, ma anche a tutti i pazienti che sono guariti dal covid, ma che fra gli effetti del post malattia presentano la mancanza di equilibrio e debolezza negli arti.

«La prevenzione del rischio cadute nell’anziano prevede un inquadramento clinico e strategie riabilitative di ultima generazione spiega Luca Barni –. Le cadute possono limitare la normale vita quotidiana e causare depressione, immobilizzazione e perdita dell’autonomia». Finire rovinosamente a terra può addirittura risultare letale.


Mercoledi 22 settembre alle 21 Luca Barni offre la presentazione di un seminario per spiegare il progetto. «Aspetto tutte le persone interessate al webinar sul rischio cadute. Vedremo gli aspetti valutativi secondo la letteratura scientifica e gli esercizi terapeutici per recuperare l’equilibrio – chiosa Barni –. Questo fenomeno non va assolutamente sottovalutato dal momento che il rischio clinico si verifica non solo in strutture ospedaliere, ma anche all’interno dello studio fisioterapico dove tale evento può presentarsi. Un fisioterapista deve essere in grado di valutare, trattare e prevenire con strumenti adeguati questa eventualità». L’equilibrio instabile e le conseguenze causano tassi di mortalità elevati.

«Secondo una statistica – prosegue Barni – le cadute sono seconde solo agli incidenti stradali come causa principale di decessi correlati a lesioni traumatiche tra gli anziani e sono una delle principali cause sia di morte che di lesioni nelle persone di età superiore ai 65 anni» .

Alle Terme Redi uno staff di specialisti è pronto ad accogliere i pazienti di qualsiasi età. «È vero che le cadute sono eventi accidentali in cui una persona cade quando manca il centro di gravità e l’equilibrio– continua Barni –. Si può trattare anche di crisi o sincope, un ictus, una perdita di coscienza».

Soltanto negli ultimi 20 anni sono cominciati studi accurati per determinare la causa delle cadute negli anziani. «Problemi di deambulazione e debolezza muscolare, difficoltà anche per salire le scale–dice Barni – ci sono anche nelle persone negative di fatto al covid. Ma che si portano dietro questi sintomi. Abbiamo cominciato a giugno con il progetto pilota TDM (terme di Montecatini) un percorso di riabilitazione la cui specificità consiste nelle sinergie tra attenzione neuro muscolo scheletrica, respiratoria, cure termali e tele riabilitazione».

Le Terme di Montecatini propongono pacchetti per chi soffre della Sindrome da long covid. Per combattere stanchezza, spossatezza, dolori muscolari e articolari, perdita di gusto e olfatto. Per accedere ai servizi del centro benessere e della piscina termale Redi occorre il Green pass.

© RIPRODUZIONE RISERVATA