Arriva il Siena: calcio ma anche ricerca medica

Al centro Alberto Gilardino, campione del mondo con l'Italia nel 2006 e attuale allenatore del Siena

Collaborazione fra Terme e università senese per una serie di test fisici finalizzati allo studio dei principali infortuni nei giocatori professionisti

MONTECATINI. Turisti sportivi in città. La sera di domenica 25 luglio arriva a Montecatini in ritiro la squadra del Siena e si tratterrà fino al 13 agosto. Giocatori e staff al completo. Alloggeranno tutti al Panoramic e si alleneranno negli impianti sportivi di Borgo a Buggiano dove disputeranno anche le amichevoli.

Terme, aria buona, cibo sano, la pineta di Montecatini, cure termali e palestra fisioterapica alle Redi. Un soggiorno che coinvolge anche l'Università di Siena, oltre alle Terme di Montecatini. Con eventi collaterali che interessano il mondo dello sport, della medicina e della solidarietà.


Il primo allenamento per i ragazzi diGilardinoè fissato per lunedì 26. Le visite mediche, invece, prima della trasferta montecatinese saranno a Siena venerdì 23 luglio. Il gruppo bianconero potrà avvalersi del team medico delle Terme Redi.

L'allenatore del Siena, Alberto Gilardino, classe 1982, da giocatore è stato campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006. Attaccante di razza, occupa la nona posizione nella classifica dei migliori realizzatori della serie A. Dal 2005 per tre anni al Milan, vanta con i rossoneri una Uefa Champions League, una Supercoppa Uefa e una Coppa del mondo per club Fifa.

Il Siena saprà direttamente in ritiro se giocherà tra i professionisti con il ripescaggio in serie C oppure ancora in serie D. Il 26 luglio i giocatori inizieranno una serie di test fisici propedeutici in collaborazione con l'Università di Siena, finalizzati allo studio della prevenzione degli infortuni. Grazie al progetto di ricerca di medicina predittiva e sport coordinato dal professor Marco Bonifazi, capo dei settori agonistici della Federazione italiana nuoto, e sotto la supervisione dello staff sanitario bianconero guidato dal dottor Andrea Causarano. Sedute specifiche con speciali sensori capaci di trasmettere tutte le informazioni dei singoli calciatori a un database. Completata la raccolta, saranno elaborate l'insieme delle indicazioni tecnico mediche su cui lavoreranno i ricercatori dell'ateneo e il team medico.

Tre settimane a Montecatini per dare spazio al confronto e alla discussione sul tema sport e infortuni, processo di guarigione e tempi di ripresa dell'atleta. Riabilitazione, allenamento, prevenzione: il tutto senza forzature solo per poter rimettere in campo il giocatore a discapito della sua salute. Marco Bonifazi, Andrea Causarano, il montecatinese Luca Barni, Sandro Bencardino: questi sono gli specialisti che avranno il compito di seguire i giocatori.

A fare gli onori di casa alle Terme Redi ci sarà proprio Luca Barni, fisioterapista, osteopata e posturologo, coordinatore della fisioterapia e clinical risk manager. Seguirà poi la squadra anche a Siena.

Luca Barni è stato docente per il corso di laurea in scienze motorie alla facoltà di medicina e chirurgia dell'Università di Firenza, e al corso di perfezionamento universitario “Rieducazione funzionale, terapia fisica e manuale in podologia”; e tutor Siotema (Scuola italiana di osteopatia e terapie manuali) della clinica osteopatica al Cto di Firenze. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA