La strada diventa un fiume ogni volta che c’è un temporale

La strada di Monsummano che diventa un fiume quando piove

C’è chi tiene sacchi di sabbia e paratie davanti alla porta. Residenti e aziende  protestano per i danni ripetuti, ora la questione arriva in consiglio comunale

MONSUMMANO.C'è chi ha piazzato dei sacchi di sabbia davanti ai garage, altri dei pannelli in plastica a protezione di portoni e cantine, come una specie di paratia. Qualche residente ha perfino smantellato il cortile piastrellato per sostituirlo con della ghiaia, nella speranza che l'acqua filtri meglio nel terreno e non entri in casa, come sovente succede. Nella strada comunale del Capannone gli allagamenti sono la norma e non da ora. Quando piove, chi ci abita resta vigile e in costante apprensione. Notti insonni se viene giù il temporale, che è capace di fare ingenti danni. È accaduto anche in questi giorni di improvviso maltempo estivo. Adesso i problemi di questa strada – che da via Risorgimento porta a via Pratovecchio, ai margini della zona industriale di Monsummano – arrivano in consiglio comunale. È il consigliere della Lega Simone Ciervo che ha presentato un'interrogazione alla giunta, per chiedere «quali iniziative si stanno portando o si intendono portare avanti affinché venga sanata l’insostenibile situazione della via».

Ciervo fa l'elenco dei disagi segnalati e che non trovano rimedi da anni: «Erbacce che da tempo non vengono tagliate, l’illuminazione in parte assente, le fognature che sembrano essere tappate o insufficienti a ricevere gli scarichi».


«Ogni volta che piove – continua - si forma un lago degno della migliore palude. I cittadini corrono a improvvisati ripari per moderare le perdite e i danni, tutto ciò non salva da onerose riparazioni e dalla paura di trovarsi, di notte, galleggiando sopra il letto, in aperto padule». Succede spesso che l'asfalto diventi un vero fiume in piena, con l'acqua che non defluisce come dovrebbe e così filtra tra le porte, negli scantinati e nei locali a livello strada, invadendo giardini e cortili privati, portando distruzione. «Via del Capannone è una strada disastrosa, piena di buche e dislivelli – dice ancora il consigliere comunale della Lega – ma i cittadini sono esasperati soprattutto per gli allagamenti, che si verificano praticamente sempre durante i temporali. I danni che subiscono sono davvero pesanti».

Diversi gli interventi nella zona di vigili del fuoco e protezione civile, ma poi il problema si ripresenta ed è a oggi senza soluzione. «In tutta la strada (che è lunga meno di 400 metri, nda) ci sono solo due grate per lo scarico dell'acqua, e probabilmente sono anche ostruite», aggiunge Ciervo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA