«Lavori del Tubone nessuna notizia dalla Regione»

PONTE BUGGIANESE. «A che punto sono i lavori per la realizzazione del Tubone della Valdinievole?». Lo chiede il consigliere regionale FdI, e vicepresidente della commissione Ambiente, Alessandro Capecchi in una interrogazione.

«Regione, Autorità idrica toscana e Acque spa avevano annunciato l’inizio dei lavori per il 2019 e la conclusione nel 2021, e invece ad oggi tutto tace e non si conosce nemmeno il cronoprogramma – aggiunge il consigliere FdI –. Il Tubone avrebbe consentito la dismissione degli impianti attivi in Valdinievole, ormai non in linea rispetto ai moderni sistemi di smaltimento, e costosi. Ed è perciò considerata un’opera importante per la razionalizzazione del sistema della depurazione in Valdinievole e Basso Valdarno».


«I cattivi odori che attanagliano i dintorni di via Fattoria, a Ponte Buggianese, dove è situato il depuratore comunale, sono diventati insopportabili per i residenti della zona. Speriamo che stavolta la Regione Toscana prenda in considerazione questo problema annoso per la popolazione», fa sapere Nadia Lupori, portavoce Fdi Ponte Buggianese.

«Viste le recenti indagini della Procura e della Dda fiorentine viene da chiedersi se l’inchiesta che sta interessando il comprensorio del Cuoio abbia in qualche modo influenzato il regolare cronoprogramma dei lavori del Tubone – evidenzia Capecchi –. E poi vogliamo sapere dalla Regione se consideri ancora legittimo – nonostante tale sistema si ponga ai limiti della normativa nazionale ed europea – il sistema misto di depurazione dei reflui industriali insieme a quelli civili. Tale scelta ricade onfatti anche sul Tubone della Valdinievole, poiché convoglia verso l’impianto di Acquarno». —